Mangiare

Controllo dietetico della guarigione dell’infiammazione indotta da lesioni

Questo articolo del dott.Barry Sears e colleghi è pubblicato in Anti-Inflammatory & Anti-Allergy Agents in Medicinal Chemistry, 2020

Le lesioni inducono l’inizio dell’infiammazione per controllarne il danno. Tuttavia, la risoluzione dell’infiammazione indotta da lesioni che porta alla guarigione non è ben caratterizzata. Questo nuovo articolo dei ricercatori della Inflammation Research Foundation suggerisce che il processo di risoluzione è sotto un controllo dietetico significativo e quindi può essere ottimizzato utilizzando un approccio nutrizionale basato su sistemi altamente definiti.

In particolare, una risoluzione efficace dell’infiammazione indotta da lesioni richiede il continuo equilibrio di fattori ormonali e genetici. Gli ormoni essenziali coinvolti nel processo sono gli eicosanoidi derivati ??dagli acidi grassi omega-6 che necessitano di essere bilanciati dalle resolvin derivate dagli acidi grassi omega-3. Allo stesso modo, il fattore di trascrizione genica NF-?B che controlla l’infiammazione deve essere compensato dall’attivazione di AMPK, che è l’interruttore principale genetico del metabolismo e della riparazione del tessuto danneggiato.

“Questo atto di equilibrio tra l’inizio dell’infiammazione e la sua risoluzione finale che porta alla guarigione è un approccio basato sui sistemi”, afferma il dottor Barry Sears, presidente della Inflammation Research Foundation. “L’attivazione della risoluzione richiede un’orchestrazione sequenziale di riduzione, risoluzione e riparazione dell’infiammazione indotta da lesioni. Ogni fase del processo può essere potenziata o inibita dalla dieta”.

L’articolo delinea un’appropriata dieta antinfiammatoria ipocalorica necessaria per ridurre l’infiammazione, i livelli di acidi grassi omega-3 necessari per risolvere l’infiammazione ei livelli di polifenoli alimentari necessari per attivare l’AMPK per riparare il danno tissutale causato dal infiammazione. Inoltre, nell’articolo vengono discussi i marcatori del sangue appropriati per indicare il successo nell’ottimizzazione di ciascuna fase distinta della risoluzione.

Poiché le lesioni sono casuali, i meccanismi e i vincoli dietetici necessari per il loro successo nell’orchestrazione che porta alla guarigione devono essere continuamente ottimizzati. In caso contrario, l’infiammazione irrisolta può diventare permanente sotto forma di fibrosi o sviluppo di cellule senescenti che portano a una più precoce insorgenza della malattia cronica e all’accelerazione del processo di invecchiamento.

Categorie:Mangiare

Con tag:,,