Donne e diabete

La maggior parte delle donne nel programma di educazione al diabete gestazionale ha una compromissione del glucosio post-partum

Secondo due oratori, più della metà delle donne di etnia asiatica che hanno partecipato a un programma di educazione sul diabete gestazionale ha avuto una qualche forma di alterazione del glucosio da 4 a 12 settimane dopo il parto.

In generale, solo il 42% delle donne con diabete gestazionale completa un OGTT postpartum, anche se dal 50% al 70% delle donne con diabete gestazionale sviluppa il diabete di tipo 2 più tardi nella vita, secondo la presentatrice Donna Jornsay MS, CPNP, BC-ADM, CDCES , responsabile del programma per il diabete e specialista clinico presso il Sutter Health Mills-Peninsula Medical Center in California. Jornsay e Carrie Arnold, MS, RD, CDCES , dietista registrato presso Sutter Health, hanno progettato un programma educativo per mitigare questi numeri.

“La classe è stata progettata per svolgere due funzioni”, ha detto Jornsay a Healio. “In primo luogo, aumentare la percentuale di donne dopo il parto che completano il test e, in secondo luogo, fornire loro un’istruzione per aiutarle a ritardare lo sviluppo del diabete di tipo 2”.

Il programma ha componenti di test e formazione. I partecipanti iniziano la loro giornata prendendo un OGTT da 75 g con il laboratorio che esegue i test durante una sessione di gruppo di formazione di 2 ore da tre a otto donne. Le donne sono anche invitate a portare i loro bambini e coniugi. La lezione inizia con le informazioni sul diabete di tipo 2 e alle donne viene data la possibilità di identificare i fattori di rischio che si applicano specificamente a loro, ha detto Arnold durante la presentazione.

La classe esamina il mantenimento di uno stile di vita sano e l’adattamento ai cambiamenti nella famiglia o nello stile di vita dopo la gravidanza. Arnold ha detto che le discussioni su questi argomenti portano spesso a momenti molto emozionanti.

“Parliamo di come [il diabete gestazionale] ha cambiato la loro vita, di come potrebbe aver influenzato il loro stress, il loro sonno, le loro relazioni con gli amici, le preoccupazioni familiari e coniugali, come il loro supporto è a casa”, ha detto Arnold. “Questo spesso innesca una conversazione piuttosto pesante con i partecipanti in cui hanno l’opportunità di condividere la loro storia e condividere la loro esperienza con altre persone che hanno vissuto qualcosa di molto simile.”

La classe si conclude con le discussioni sulla pianificazione delle gravidanze future e sull’impatto sulla salute della madre e del bambino. I partecipanti riceveranno in genere i risultati del test del glucosio più tardi quel giorno.

Il programma è iniziato nel 2019 e 57 donne lo hanno completato prima della sua sospensione temporanea a marzo a causa di COVID-19. Jornsay si è concentrata sui risultati delle donne asiatiche che hanno partecipato (n = 37), costituendo più della metà del totale dei partecipanti.

Dei partecipanti asiatici, solo 16 hanno riportato risultati normali nel test del glucosio postpartum. Altri 16 avevano una ridotta tolleranza al glucosio, tre avevano una ridotta glicemia a digiuno e due erano stati diagnosticati con diabete di tipo 2.

Jornsay ha detto che i risultati hanno mostrato quanto velocemente la compromissione del glucosio può progredire dal diabete gestazionale.

“Stiamo parlando di donne che sono già tornate al peso corporeo ideale, eppure stanno ancora avendo questa menomazione”, ha detto Jornsay. “Non tra 10 e 20 anni, tra 4 e 12 settimane.”

Anche se più della metà dei partecipanti ha riportato un qualche tipo di alterazione del glucosio, Jornsay ha notato che solo il 46% di loro necessitava di farmaci. Le donne rimanenti potrebbero gestire il loro livello di glucosio con la dieta e l’esercizio.

Dopo che i risultati del test sono stati comunicati alle donne, i risultati vengono inviati al loro ostetrico. Le donne con deficit di glucosio sono indirizzate al loro medico di base e sono raccomandati interventi come una dieta sana, un regime di esercizio fisico regolare e metformina. Inoltre, si consiglia a tutte le donne che stanno pianificando di avere un altro figlio in futuro di parlare del loro diabete gestazionale e di far controllare la glicemia prima del concepimento.

Jornsay e Arnold hanno detto che sperano di continuare il programma a settembre e di espandere le loro scoperte.

Fonte: 

Arnold CA e Jornsay DL. L’istruzione può frenare la progressione del GDM verso il diabete di tipo 2? Presentato a: Incontro annuale dell’Associazione degli specialisti della cura e dell’educazione del diabete; 13-16 agosto 2020; (incontro virtuale).

Divulgazioni: Jornsay riferisce di far parte di comitati consultivi per AbbVie, Bayer Diabetes e Roche; serve negli uffici di altoparlanti per Abbott, Bayer Diabetes e Insulet; ed è azionista di Medtronic Diabetes. Arnold non ha informazioni finanziarie rilevanti.