Batticuore

Broccoli e cavoletti di Bruxelles fanno la differenza per la salute dei vasi sanguigni

Una nuova ricerca ha dimostrato che alcune delle nostre verdure meno preferite potrebbero essere le più utili quando si tratta di prevenire la malattia avanzata dei vasi sanguigni.

Una nuova ricerca ha dimostrato che alcune delle nostre verdure meno preferite potrebbero essere le più utili quando si tratta di prevenire la malattia avanzata dei vasi sanguigni.

Pubblicata sul British Journal of Nutrition, la ricerca ha rilevato che un maggiore consumo di verdure crocifere, come broccoli, cavoletti di Bruxelles e cavoli, è associato a malattie dei vasi sanguigni meno estese nelle donne anziane.

Utilizzando i dati di una coorte di 684 donne più anziane dell’Australia occidentale reclutate nel 1998, i ricercatori della Scuola di scienze mediche e sanitarie dell’ECU e dell’Università dell’Australia occidentale hanno scoperto che le persone con una dieta composta da più verdure crocifere avevano minori possibilità di avere un ampio accumulo di calcio sull’aorta, un marker chiave per la malattia dei vasi sanguigni strutturali.

La malattia dei vasi sanguigni è una condizione che colpisce i nostri vasi sanguigni (arterie e vene) e può ridurre il flusso sanguigno che circola nel corpo. Questa riduzione del flusso sanguigno può essere dovuta all’accumulo di depositi di grasso e calcio sulle pareti interne dei nostri vasi sanguigni, come l’aorta. Questo accumulo di depositi di grasso e calcio è la principale causa di infarto o ictus.

Broccoli e cavoletti di Bruxelles una spanna sopra

Il ricercatore capo, la dott.ssa Lauren Blekkenhorst, ha affermato che c’è qualcosa di intrigante nelle verdure crocifere su cui questo studio ha fatto più luce.

“Nei nostri studi precedenti, abbiamo identificato quelli con una maggiore assunzione di queste verdure avevano un rischio ridotto di avere un evento clinico di malattia cardiovascolare, come un infarto o un ictus, ma non eravamo sicuri del perché”, ha detto.

“I nostri risultati di questo nuovo studio forniscono informazioni sui potenziali meccanismi coinvolti”.

“Ora abbiamo scoperto che le donne anziane che consumano quantità maggiori di verdure crocifere ogni giorno hanno minori probabilità di avere calcificazioni estese sulla loro aorta”, ha detto.

“Un costituente particolare che si trova in abbondanza nelle verdure crocifere è la vitamina K che può essere coinvolta nell’inibire il processo di calcificazione che si verifica nei nostri vasi sanguigni”.

Mangia una porzione extra di verdure ogni giorno

Il dottor Blekkenhorst ha detto che le donne in questo studio che hanno consumato più di 45 g di verdure crocifere ogni giorno (ad esempio ¼ di tazza di broccoli al vapore o ½ tazza di cavolo crudo) avevano il 46% in meno di probabilità di avere un ampio accumulo di calcio sulla loro aorta rispetto a quelli che consumano poche o nessuna verdura crocifera ogni giorno.

“Questo non vuol dire che le uniche verdure che dovremmo mangiare siano broccoli, cavoli e cavoletti di Bruxelles. Dovremmo mangiare un’ampia varietà di verdure ogni giorno per una buona salute e benessere generale”.

Il dottor Blekkenhorst ha affermato che è importante notare che il team di studio è stato molto grato a queste donne dell’Australia occidentale, senza le quali questi importanti risultati non sarebbero disponibili per gli altri. Sebbene di natura osservativa, il disegno di questo studio è fondamentale per il progresso della salute umana.

Ricerca accolta con favore dalla Heart Foundation

La direttrice della Heart Foundation, Food and Nutrition, Beth Meertens, ha detto che i risultati sono promettenti e la Heart Foundation vorrebbe vedere ulteriori ricerche in questo settore.

“Questo studio fornisce preziose informazioni su come questo gruppo di verdure potrebbe contribuire alla salute delle nostre arterie e, in ultima analisi, del nostro cuore”, ha detto la signora Meertens.

“Le malattie cardiache sono la principale causa di morte in Australia e una dieta povera è responsabile della maggior parte del carico di malattie cardiache, rappresentando il 65,5 per cento del carico totale delle malattie cardiache.

“La Heart Foundation raccomanda agli australiani di cercare di includere almeno cinque porzioni di verdura nella loro dieta quotidiana, insieme a frutta, frutti di mare, carni magre, latticini e oli sani che si trovano in noci e semi. Sfortunatamente, oltre il 90% degli adulti australiani non lo fa. Non mangiare questa dose giornaliera raccomandata di verdure “.

Categorie:Batticuore, Mangiare

Con tag:,