Mangiare

I coniugi perdono più chili insieme che da soli

“Il miglioramento dello stile di vita dopo un attacco di cuore è una parte cruciale della prevenzione degli eventi ripetuti”, ha detto l’autore dello studio, la signora Lotte Verweij, un’infermiera registrata e studentessa di dottorato, Università di scienze applicate di Amsterdam, Paesi Bassi. “Il nostro studio mostra che quando i coniugi si uniscono allo sforzo di cambiare le abitudini, i pazienti hanno maggiori possibilità di diventare più sani, in particolare quando si tratta di perdere peso”.

Lo studio RESPONSE-2 aveva precedentemente scoperto che i sopravvissuti ad un attacco di cuore facevano riferimento a programmi per la riduzione del peso, l’attività fisica e la cessazione del fumo avevano maggiori probabilità di modificare i comportamenti rispetto a coloro che ricevevano cure abituali. 2 In entrambi i gruppi, la convivenza con un partner era collegata a un maggiore successo nel cambiare le cattive abitudini. I miglioramenti più notevoli sono stati nei pazienti che hanno preso parte a programmi di stile di vita e hanno vissuto con un partner.

Questo studio di follow-up ha esaminato se il coinvolgimento dei partner nei programmi sullo stile di vita avesse un impatto sul cambiamento del comportamento. “Se i partner contribuiscono ad adottare abitudini sane, potrebbe diventare una raccomandazione importante per evitare attacchi di cuore ricorrenti”, ha spiegato la signora Verweij.

Un totale di 824 pazienti sono stati assegnati in modo casuale al gruppo di intervento (programmi di stile di vita in aggiunta alle cure usuali) o al gruppo di controllo (cure usuali da sole). 3,4

Questa analisi si è concentrata sui 411 pazienti nel gruppo di intervento, a cui sono stati indirizzati fino a tre programmi di stile di vita per la riduzione del peso, l’attività fisica e la cessazione del fumo a seconda delle loro esigenze e preferenze. I partner potevano partecipare gratuitamente e gli infermieri li incoraggiavano a partecipare. La partecipazione del partner è stata definita come una partecipazione almeno una volta.

Quasi la metà (48%) dei partner ha partecipato agli interventi sullo stile di vita. Rispetto a quelli senza un partner, i pazienti con un partner partecipante avevano più del doppio delle probabilità (odds ratio 2.45) di migliorare in almeno una delle tre aree (perdita di peso, esercizio fisico, smettere di fumare) entro un anno.

Quando l’influenza dei partner è stata analizzata separatamente sulle tre aree, i pazienti con un partner partecipante hanno avuto più successo nel ridurre il peso rispetto ai pazienti senza un partner (odds ratio 2,71).

“I pazienti con partner che hanno aderito al programma di perdita di peso hanno perso più peso rispetto ai pazienti con un partner che non ha aderito al programma”, ha detto la signora Verweij.

Ha continuato: “Le coppie hanno spesso stili di vita comparabili e cambiare abitudini è difficile quando solo una persona sta facendo lo sforzo. Entrano in gioco questioni pratiche, come fare la spesa, ma anche sfide psicologiche, in cui un partner di supporto può aiutare a mantenere la motivazione”.

La signora Verweij ha osservato che lo studio non ha trovato un miglioramento maggiore nella cessazione del fumo o nell’attività fisica quando i partner hanno partecipato attivamente. “Questi problemi di stile di vita potrebbero essere più soggetti alla motivazione e alla persistenza individuali, ma questa ipotesi necessita di ulteriori indagini”, ha detto.

Riferimenti e note

1 Titolo astratto: L’influenza dei partner sui fattori di rischio legati allo stile di vita nei pazienti dopo una sindrome coronarica acuta. Risultati dello studio controllato randomizzato RESPONSE-2.

2 Minneboo M, Lachman S, Snaterse M, et al. Intervento sullo stile di vita basato sulla comunità nei pazienti con malattia coronarica: lo studio RESPONSE-2. J Am Coll Cardiol . 2017; 70 (3): 318-327.

3 Tre programmi di stile di vita sono stati utilizzati nel loro formato esistente:

1) Perdita di peso: sessioni settimanali di gruppo con un allenatore Weight Watchers per un anno.

2) Attività fisica: accelerometro per misurare l’attività e coach online per feedback personalizzato per un anno (Philips Direct Life).

3) Smettere di fumare: colloquio motivazionale telefonico da parte di professionisti qualificati di Luchtsignaal per tre mesi più prescrizione di terapia sostitutiva della nicotina o vareniclina, a seconda dei casi.

4 Le cure abituali consistevano in visite dal cardiologo e riabilitazione cardiaca più fino a quattro visite a un programma coordinato dall’infermiere per incoraggiare una vita sana e prevenire attacchi cardiaci ricorrenti.

Categorie:Mangiare

Con tag:,,