Assistenza sociosanitaria

Come trattare gli attacchi di cuore più comuni

Un paziente su cinque muore entro un anno dal tipo più comune di infarto. Le linee guida per il trattamento della Società Europea di Cardiologia (ESC) per la sindrome coronarica acuta senza sopraslivellamento del tratto ST sono pubblicate oggi online sull’European Heart Journal .

Il dolore toracico è il sintomo più comune, insieme al dolore che si irradia a una o entrambe le braccia, al collo o alla mascella. Chiunque soffra di questi sintomi dovrebbe chiamare immediatamente un’ambulanza. Le complicanze includono disturbi del ritmo cardiaco potenzialmente mortali (aritmie), che sono un altro motivo per cercare aiuto medico urgente.

Il trattamento è mirato alla causa sottostante. Il motivo principale sono i depositi di grasso (aterosclerosi) che vengono circondati da un coagulo di sangue, restringendo le arterie che forniscono sangue al cuore. In questi casi, i pazienti dovrebbero ricevere anticoagulanti e stent per ripristinare il flusso sanguigno. Per la prima volta, le linee guida raccomandano l’imaging per identificare altre cause come una lacerazione in un vaso sanguigno che porta al cuore.

Per quanto riguarda la diagnosi, non vi è alcun cambiamento distintivo sull’elettrocardiogramma (ECG), che può essere normale. Il passaggio chiave è misurare una sostanza chimica nel sangue chiamata troponina. Quando il flusso sanguigno al cuore viene ridotto o bloccato, le cellule cardiache muoiono e i livelli di troponina aumentano. Se i livelli sono normali, la misurazione deve essere ripetuta un’ora dopo per escludere la diagnosi. Se elevato, si raccomanda il ricovero ospedaliero per valutare ulteriormente la gravità della malattia e decidere la strategia di trattamento.

Dato che la causa principale è legata all’aterosclerosi, esiste un alto rischio di recidiva, che può anche essere mortale. Ai pazienti devono essere prescritti fluidificanti del sangue e terapie ipolipemizzanti. “Altrettanto importante è uno stile di vita sano che includa la cessazione del fumo, l’esercizio fisico e una dieta che enfatizzi verdura, frutta e cereali integrali limitando i grassi saturi e l’alcol”, ha affermato il professor Jean-Philippe Collet, presidente della task force sulle linee guida e professore di cardiologia, Sorbona. Università, Parigi, Francia.

Il cambiamento comportamentale e l’aderenza ai farmaci si ottengono meglio quando i pazienti sono supportati da un team multidisciplinare che include cardiologi, medici generici, infermieri, dietisti, fisioterapisti, psicologi e farmacisti.

La probabilità di innescare un altro attacco di cuore durante l’attività sessuale è bassa per la maggior parte dei pazienti e l’esercizio regolare riduce questo rischio. Gli operatori sanitari dovrebbero chiedere ai pazienti informazioni sull’attività sessuale e offrire consigli e consulenza.

Si raccomanda la vaccinazione antinfluenzale annuale, soprattutto per i pazienti di età pari o superiore a 65 anni, per prevenire ulteriori attacchi di cuore e aumentare la longevità.

“Le donne dovrebbero ricevere parità di accesso alle cure, una diagnosi tempestiva e trattamenti alla stessa velocità e intensità degli uomini”, ha affermato il professor Holger Thiele, presidente della task force per le linee guida e direttore medico, dipartimento di medicina interna / cardiologia, Heart Center Leipzig , Germania.

Ulteriori informazioni: European Heart Journal (2020). DOI: 10.1093 / eurheartj / ehaa575

 

www.escardio.org/Guidelines

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.