Ricerca

Conversione al diabete di tipo 2 in calo

Il numero di persone con pre-diabete che sviluppano il diabete di tipo 2 è diminuito negli ultimi 2 decenni, secondo uno studio condotto dagli epidemiologi dell’Università di Manchester.

Tuttavia, i cambiamenti, afferma l’autore principale, il dottor Rathi Ravindrarajah, saranno probabilmente attribuiti ai cambiamenti nella definizione di pre-diabete e nelle pratiche di registrazione, ma anche al lavoro preventivo del NHS.

Lo studio sembra anche mostrare che il rischio di conversione, dal pre-diabete (più recentemente formalizzato come iperglicemia non diabetica o NDH) al diabete di tipo 2, per gli over 85 è molto basso.

Lo studio finanziato dal NIHR mostra, sulla base dei dati del Clinical Practice Research Datalink di 148.363 partecipanti con pre-diabete / NDH dal 2000 al 2015, quanto velocemente queste persone sviluppano il diabete di tipo 2 e quali sono le loro caratteristiche.

Secondo lo studio pubblicato su BMJ Open, tra il 2000 e il 2015, prima dell’introduzione del Programma di prevenzione del diabete del NHS, l’1,6% del campione si è convertito alla malattia dopo un mese, il 4,2% dopo 6 mesi e il 20,4% dopo 4 anni. .

Lo studio ha rilevato che una diagnosi di pre-diabete / NDH è diventata molto più comune nel tempo, passando dallo 0,07% nel 2000 all’1,85% nel 2015.

Sebbene i casi di pre-diabete / NDH siano in aumento, un minor numero di queste persone si è convertito al diabete di tipo 2, con il tasso annuo di conversione che è sceso dall’8% nel 2000 al 4% nel 2014.

Il percorso rightcare dell’NHS stima che circa 5 milioni di persone soffrano di NDH e Diabetes UK stima che nel gennaio 2019 3,9 milioni di persone soffrissero di diabete nel Regno Unito.

Le persone con pre-diabete / NDH sono solitamente asintomatiche ma spesso clinicamente obese. Molti vengono diagnosticati per caso e ricevono consigli dietetici e sullo stile di vita. Ad alcuni viene anche prescritto il farmaco Metformina, che è il trattamento principale per il diabete di tipo 2.

Il dottor Ravindrarajah dell’Università di Manchester ha dichiarato: “Questo campione è abbastanza grande da fornire una buona rappresentazione di ciò che sta accadendo nel Regno Unito.

“E, cosa interessante, i nostri dati mostrano che il numero di queste persone con pre-diabete / NDH che sviluppano il diabete di tipo 2 sta diminuendo.

“Non siamo sicuri del motivo, ma sospettiamo che sia una combinazione di un buon lavoro preventivo da parte del NHS e il cambiamento delle definizioni di iperglicemia non diabetica.

“La riduzione dei tassi di conversione riflette i cambiamenti nella definizione di pre-diabete e in una certa misura NDH, almeno nel Regno Unito, con le persone con diagnosi di NDH più recentemente che hanno minori rischi di conversione. Ciò ha implicazioni per gli interventi, come il programma di prevenzione del diabete dell’NHS “.

Ha aggiunto: “L’iperglicemia non diabetica si riferisce a livelli di glucosio nel sangue che sono aumentati dal range normale ma non ancora abbastanza alti per essere nel range diabetico.

“Ci auguriamo che questo studio incoraggi i responsabili politici a essere coerenti nella definizione e nella registrazione del pre-diabete, che è cambiato alcune volte nell’ultimo decennio.

“I programmi di prevenzione del diabete potrebbero dover mirare alle persone che sono a più alto rischio di conversione al diabete di tipo 2, come identificato in questo studio.

“I responsabili politici che mirano a prevenire la conversione potrebbero voler dare la priorità a determinati destinatari che sono a più alto rischio di conversione, specialmente quando le risorse potrebbero essere limitate.”

Il paper “L’epidemiologia e le determinanti dell’iperglicemia non diabetica e la sua conversione in 

diabete mellito di tipo 2

, 2000-2015: studio sulla popolazione di coorte utilizzando cartelle cliniche elettroniche del Regno Unito. ” è disponibile BMJ Open 2020; 0: e040201. doi: 10.1136 / bmjopen-2020-040201

Categorie:Ricerca

Con tag:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.