Counseling/consulenze

In che modo il diabete influisce sulla salute mentale e viceversa

Hellen mi ha segnalato questo contributo che riporto, anche se riguarda un’altra nazione, gli USA, con condizioni socioeconomiche, culturali e antropologiche diverse profondamente dall’Italia, affronta un tema qui profondamente eluso, a cominciare dal diabete, dove tutto va bene, tutto è giusto ecc. A voi la lettura e valutazione….


Non riesci a dormire, di nuovo. Nonostante la stanchezza diurna, ogni volta che ti corichi per andare a letto sei improvvisamente irrequieto.

Alle riunioni, ti senti come se tutti intorno a te stessero pensando alla tua nuova diagnosi. Hai iniziato a evitarli.

Con l’ulteriore responsabilità di controllare la glicemia, tenere sotto controllo il tuo equilibrio mentale si fa critico più che mai.

Ogni giorno, milioni di americani soffrono di problemi psichiatrici. Per le persone con diabete, questi problemi sono più comuni e ostacolano un’adeguata assistenza sanitaria.

Cosa mette le persone a rischio di malattie mentali? Per la popolazione generale, i fattori di rischio rientrano in tre categorie:
tratti ereditari (come una storia familiare di alcolismo)
Esposizioni ambientali prima della nascita (come esposizione a virus o tossine nell’utero)
Esposizioni ambientali dopo la nascita (come violenza domestica, emotiva, sessuale o fisica abuso durante l’infanzia)
Per quelli di noi che convivono con il diabete, la malattia stessa è un quarto fattore di rischio per la malattia mentale.

Il diabete ha legami sia fisiologici che emotivi con il tuo stato mentale. I bambini con diabete di tipo 1 sono inclini a danni fisici a varie regioni del cervello, compromettendo l’attenzione, l’elaborazione, la memoria a lungo termine e le capacità esecutive. Gli individui con diabete di tipo 2 (generalmente adulti con cervello completamente sviluppato) sono più inclini alla depressione e all’ansia causate da livelli di zucchero nel sangue fuori controllo e dal trauma della diagnosi.

Quando si tratta di affrontare la duplice sfida del diabete e dei problemi di salute mentale, abbiamo fatto passi da gigante. I ricercatori hanno un buon senso del perché le malattie psichiatriche colpiscono la popolazione diabetica più duramente di quella generale. In questa serie di blog in otto parti, esaminerò alcuni dei disturbi psicologici più comuni che ho incontrato con i miei pazienti e discuterò di come interagiscono con il diabete e cosa puoi fare per alleviarli.

Imparare a identificare e affrontare i problemi di salute mentale è essenziale per gestire il diabete. Il tuo disturbo psicologico interferisce con la cura del diabete? Oppure tu e il tuo medico curante avete sviluppato un sistema che funziona? Condividi la tua esperienza con noi nella sezione commenti!

Eliot LeBow, LCSW, CDE, è uno psicoterapeuta specializzato nel diabete . Il suo studio privato, situato a New York City, è disponibile anche tramite Skype. LeBow, che convive con il diabete di tipo 1 dal 1977, tratta le numerose e diverse esigenze cognitive, comportamentali ed emotive delle persone che convivono con il diabete di tipo 1 e di tipo 2.

Disclaimer medico:
tutti i consigli inclusi in questo blog sono di natura terapeutica e non devono essere considerati consigli medici. Prima di apportare modifiche al programma di mantenimento del diabete, consultare il proprio medico di base o endocrinologo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.