Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale

Rischio infezioni cutanee da CGM nei giovani con diabete tipo 1

Ceppi batterici che colonizzano gli elettrodi del sensore di un sistema di monitoraggio continuo del glucosio nei bambini con diabete

La maggiore frequenza di infezioni nei pazienti diabetici è causata da un ambiente iperglicemico, che promuove la disfunzione immunitaria. Le persone con diabete sono più inclini alle infezioni della pelle. Un sistema di monitoraggio continuo del glucosio (CGM) fornisce informazioni sui cambiamenti dei livelli di glucosio nel sangue (BG) nel corso della giornata. Il suo utilizzo facilita le decisioni terapeutiche ottimali per un paziente diabetico. Uno dei fattori che limitano l’uso del CGM è l’infiammazione nel sito di inserimento.

Lo scopo dello studio era l’identificazione microbiologica del battericotensioni che si trovano sugli elettrodi del sensore CGM.

I ricercatori polacchi hanno eseguito test microbiologici sugli elettrodi CGM Enlite Medtronic dei pazienti, che sono stati rimossi dopo 6 giorni di utilizzo secondo le istruzioni del produttore. Sono stati esaminati 31 sensori di 31 bambini (14 ragazze) di età compresa tra 0,5 e 14,6 anni. L’analisi microbiologica è stata eseguita di routine presso il Dipartimento di Diabetologia Infantile della Facoltà di medicina della Slesia a Katowice, in Polonia.

RISULTATI: 12 (39%) degli elettrodi sono stati colonizzati. In 11 (92%) casi gli elettrodi sono stati colonizzati da un ceppo batterico. È stato rilevato 7 volte stafilococco coagulasi negativo sensibile alla meticillina (MSCNS). Abbiamo anche trovato un caso di colonizzazione di Klebsiella pneumoniae, Ochrobactrum tritici, Bacillus sonorensis e stafilococchi coagulasi-negativi resistenti alla meticillina (MRCNS). Un elettrodo è stato colonizzato dalla flora mista Enterococcus faecalis, stafilococchi coagulasi negativi sensibili alla meticillina (MSCNS), Pseudomonas stutzeri, Staphylococcus aureus sensibile alla meticillina (MSSA). L’HbA1c mediano nel gruppo con colonizzazione di elettrodi era 6, 85% (6, 3-7, 6%) contro 6, 3% (5, 8-7, 5%) nel gruppo senza colonizzazione. Il BMI mediano nel gruppo con colonizzazione degli elettrodi era di 17,10 kg / m 2(16,28-18,62 kg / m 2 ) contro 15,98 kg / m 2 (15,14-17,96 kg / m 2 ) nel gruppo senza colonizzazione. Statisticamente, significativamente più frequentemente gli elettrodi sono colonizzati nei bambini più grandi (età media nel gruppo con colonizzazione degli elettrodi 11,43 anni (6,52-12,27 anni), senza colonizzazione 8,42 anni (3,098-9,375 anni); (p = 0,033).

CONCLUSIONI: Sembra che i bambini più grandi abbiano maggiori probabilità di avere il loro elettrodo sensore colonizzato da ceppi batterici.

Pubblicato in Acta Diabetologica. 17 settembre 2020