Counseling/consulenze

Le persone reagiscono meglio agli eventi negativi e positivi con più sonno

Una nuova ricerca dell’UBC rileva che dopo una notte di sonno più breve, le persone reagiscono in modo più emotivo agli eventi stressanti il ??giorno successivo e non trovano la stessa gioia nelle cose buone. Lo studio, condotto dalla psicologa della salute Nancy Sin, esamina come il sonno influenzi la nostra reazione a eventi sia stressanti che positivi nella vita quotidiana.

“Quando le persone sperimentano qualcosa di positivo, come ricevere un abbraccio o trascorrere del tempo nella natura, in genere si sentono più felici quel giorno”, dice Nancy Sin, assistente professore nel dipartimento di psicologia dell’UBC. “Ma abbiamo scoperto che quando una persona dorme meno del solito, non ha la stessa spinta nelle emozioni positive dai suoi eventi positivi”.

Le persone hanno anche segnalato una serie di eventi stressanti nella loro vita quotidiana, inclusi litigi, tensioni sociali, stress lavorativo e familiare e discriminazione. Quando le persone dormivano meno del solito, rispondevano a questi eventi stressanti con una maggiore perdita di emozioni positive. Ciò ha importanti implicazioni per la salute : ricerche precedenti di Sin e altri hanno dimostrato che non essere in grado di mantenere emozioni positive di fronte allo stress mette le persone a rischio di infiammazione e persino di una morte prematura.

Utilizzando i dati del diario giornaliero di un campione nazionale statunitense di quasi 2.000 persone, Sin ha analizzato la durata del sonno e il modo in cui le persone hanno risposto a situazioni negative e positive il giorno successivo. I partecipanti hanno riferito sulle loro esperienze e sulla quantità di sonno che hanno avuto la notte precedente in interviste telefoniche giornaliere per otto giorni.

“La linea guida raccomandata per una buona notte di sonno è di almeno sette ore, ma un adulto su tre non soddisfa questo standard”, dice Sin. “Un ampio corpo di ricerca ha dimostrato che un sonno inadeguato aumenta il rischio di disturbi mentali , condizioni di salute croniche e morte prematura. Il mio studio si aggiunge a queste prove dimostrando che anche piccole fluttuazioni notturne della durata del sonno possono avere conseguenze in come le persone rispondono agli eventi nella loro vita quotidiana”.

Le condizioni di salute croniche, come malattie cardiache, diabete e cancro, sono prevalenti tra gli adulti, soprattutto quando invecchiamo. Ricerche passate suggeriscono che le persone con condizioni di salute sono più reattive di fronte a situazioni stressanti, probabilmente a causa dell’usura dei sistemi di stress fisiologico.

“Eravamo anche interessati a sapere se gli adulti con condizioni di salute croniche potessero ottenere un beneficio ancora maggiore dal sonno rispetto agli adulti sani”, afferma Sin. “Per quelli con condizioni di salute croniche , abbiamo scoperto che un sonno più lungo, rispetto alla durata del sonno abituale, porta a risposte migliori alle esperienze positive del giorno successivo”.

Sin spera che, rendendo il sonno una priorità, le persone possano avere una migliore qualità della vita e proteggere la loro salute a lungo termine.

Categorie:Counseling/consulenze

Con tag: