Reni

Nuove linee guida rilasciate per il trattamento della nefropatia diabetica

Kidney Disease: Improving Global Outcomes ha pubblicato una linea guida pratica per la gestione del diabete nei pazienti con malattia renale cronica.

Gli argomenti trattati nella linea guida, che è la prima rilasciata da Kidney Disease: Improving Global Outcomes (KDIGO) sull’argomento, includono la cura completa dei pazienti con CKD e diabete, monitoraggio glicemico e obiettivi, stile di vita e interventi antiiperglicemici, approcci all’autogestione e modelli di cura ottimali.

“Gli ultimi 5 /10 anni hanno fornito nuove speranze per una migliore prevenzione e trattamento della CKD tra le persone con diabete”, hanno scritto gli autori delle linee guida KDIGO nel sommario esecutivo. “Nuovi farmaci e tecnologie forniscono opzioni migliori per controllare la glicemia e prevenire la CKD e la sua progressione se aggiunti a uno stile di vita sano e ad altri standard di gestione dell’assistenza”.

La linea guida copre il trattamento per i pazienti con diabete di tipo 1 e con diabete di tipo 2. “La gestione farmacologica della glicemia è un aspetto dell’assistenza che differisce sostanzialmente in base al tipo di diabete”, secondo il sommario esecutivo. “La linea guida include raccomandazioni basate sull’evidenza per il trattamento farmacologico antiiperglicemico nel (diabete di tipo 2) T2D e CKD, ma rimanda il trattamento farmacologico anti-iperglicemico del (diabete di tipo 1) T1D, basato sull’insulina, alle linee guida esistenti delle organizzazioni per il diabete.”

Il gruppo di lavoro ha affrontato la cura di pazienti con tutte le gravità di CKD, pazienti con trapianto di rene e pazienti trattati con emodialisi o dialisi peritoneale, secondo il sommario esecutivo.

Lo sviluppo della linea guida è stato co-presieduto da Ian de Boer, MD , e Peter Rossing , MD .

“Questa linea guida si propone di enfatizzare la centralità del paziente come tema centrale”, ha detto de Boer in un comunicato stampa. “Quando parliamo di cure complete per pazienti con diabete e CKD, non si tratta solo di glucosio o reni. L’assistenza completa riguarda la gestione del benessere generale del paziente, compresi i suoi rischi cardiovascolari e di malattie renali. Si tratta di adottare un’ampia gamma di interventi su misura per il background e le preferenze di cura del paziente. Fortunatamente, ci sono stati enormi progressi recenti nel monitoraggio e nel trattamento del diabete, il che rende questa linea guida particolarmente tempestiva “.

La linea guida KDIGO si basa sulle ricerche della letteratura condotte l’ultima volta nell’ottobre 2018, integrate con ulteriori prove fino a settembre 2019 e aggiornate a febbraio 2020. Si rivolge a un vasto pubblico di medici e altri professionisti della salute alleati che trattano diabete e CKD pur essendo consapevoli delle implicazioni per la politica e il rimborso, secondo il comunicato stampa. “Per quanto preziose possano essere queste raccomandazioni delle linee guida, sono efficaci solo quando sono adeguatamente implementate”, ha detto Rossing. “Questo è il motivo per cui incoraggiamo fortemente l’assistenza integrata basata sul team, in cui i medici di diverse specialità che trattano questi pazienti collaborano e comunicano in modo efficace. In contesti con risorse limitate, il coinvolgimento di altro personale sanitario, come infermieri, dietologi, farmacisti e assistenti sanitari,

La KDIGO 2020 Clinical Practice Guideline for Diabetes Management in Chronic Kidney Disease è disponibile qui.

Categorie:Reni

Con tag:,

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.