Tecno

Dongle per smartphone per la misurazione dei biomarcatori del cancro

I ricercatori delle università McMaster e Brock in Canada hanno sviluppato un dispositivo portatile in grado di fornire misurazioni rapide dei biomarcatori del cancro nei campioni di sangue. Definito test elettrochimico di codice a barre bio, il dispositivo potrebbe essere utilizzato per misurare una varietà di indicatori di salute a casa ed è simile ai dispositivi utilizzati dai pazienti con diabete per misurare i livelli di glucosio nel sangue.

Il monitoraggio e l’individuazione della malattia utilizzando biomarcatori basati sul sangue in genere richiede l’invio di un campione di sangue a un laboratorio e potenzialmente giorni o settimane prima che un risultato sia disponibile. Inoltre, tali laboratori sono pieni di apparecchiature costose e ingombranti. Un sistema point-of-care, sample-in, result-out sarebbe preferibile nella stragrande maggioranza delle situazioni. Ora un gruppo di ricercatori ha sviluppato un dispositivo del genere e ha dimostrato che può funzionare per rilevare un ben noto biomarcatore del cancro, l’antigene prostatico specifico (PSA).

Per controllare i propri livelli di questo biomarcatore, un utente mescola una goccia del proprio sangue con un piccolo volume di liquido reattivo, quindi lo aggiunge a una striscia che può quindi essere inserita nel lettore, che fornisce un risultato entro pochi minuti. Il sistema può essere associato a uno smartphone per consentire a un utente di visualizzare i risultati.

“Questo è un altro passo verso una medicina veramente personalizzata”, ha detto Leyla Soleymani, una ricercatrice coinvolta nello studio. “Ci stiamo allontanando dalle apparecchiature centralizzate basate su laboratorio per questo tipo di test. Ciò renderebbe il monitoraggio molto più accessibile e ridurrebbe il numero di volte in cui i pazienti devono uscire di casa per fornire campioni di sangue “.

Il sistema coinvolge complessi DNA / anticorpo che si legano alla proteina bersaglio nel campione. Ciò evita la necessità di lunghi saggi in più fasi che richiedono tempo e attrezzature ingombranti e funzionerà con campioni di plasma umano non elaborati. Finora, come prova del concetto, il sistema ha dimostrato di funzionare per rilevare un’ampia gamma di concentrazioni di PSA nel plasma umano, ma la tecnologia potrebbe funzionare per altri biomarcatori specifici della malattia con alcune modifiche.

I ricercatori prevedono di condurre ulteriori test del sistema, prima di richiedere l’approvazione normativa e proseguire la commercializzazione. “Una volta commercializzato, questo dispositivo rappresenterà un cambio di paradigma per la diagnosi e la prognosi del cancro”, ha detto Feng Li, un altro ricercatore coinvolto nello studio. “Poiché questo dispositivo è molto più accessibile e facile da usare rispetto alle tecnologie convenzionali, i pazienti saranno più disposti a usarlo, il che può migliorare i risultati clinici e salvare vite umane”.

Studio in Angewandte Chemie : il saggio dinamico del codice a barre biologico consente il rilevamento elettrochimico di un biomarcatore del cancro nel plasma umano non diluito: un approccio basato sul campione in risposta

Via: McMaster University