Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale

Diabete tipo 1 e attività sportiva in sicurezza: la prima guida

jogging, run, sport

Photo by composita on Pixabay

Gestione del glucosio per l’esercizio fisico utilizzando sistemi di monitoraggio continuo del glucosio (CGM) e CGM a scansione intermittente (isCGM) nel diabete di tipo 1: dichiarazione di posizione della European Association for the Study of Diabetes (EASD) e della International Society for Pediatric and Adolescent Diabetes (ISPAD ) approvato da JDRF e supportato dall’American Diabetes Association (ADA)

Un accademico della Swansea University ha contribuito a redigere un accordo storico tra esperti internazionali, definendo la prima guida standard al mondo su come le persone con diabete possono utilizzare i moderni dispositivi di monitoraggio del glucosio per aiutarli a fare esercizio in sicurezza.

La guida sarà una risorsa fondamentale per gli operatori sanitari di tutto il mondo, in modo che possano aiutare le persone con diabete di tipo 1.

La guida, approvata da una serie di esperti e organizzazioni nel campo del diabete, è stata redatta da un team che comprendeva il dott.Richard Bracken della School of Sports and Exercise Sciences, College of Engineering e il gruppo di ricerca sul diabete, situato nella Medical School dell’Università di Swansea.

L’esercizio fisico è una parte importante della gestione del diabete di tipo 1 per persone di tutte le età. Tuttavia, la risposta dello zucchero nel sangue può essere difficile da prevedere, con l’esercizio a volte aumenta il rischio di abbassare i livelli di zucchero nel sangue – noto come ipoglicemia – o altre volte fa aumentare lo zucchero nel sangue. I livelli di glucosio devono quindi essere monitorati attentamente.

La paura di avere una “ipo”, che può portare a vertigini, disorientamento, ansia e molti altri sintomi, è una delle principali barriere che impediscono alle persone con diabete di incorporare l’esercizio nella vita quotidiana.

Fortunatamente, i moderni sistemi di monitoraggio del glucosio in tempo reale sono ora disponibili sul NHS o per l’acquisto, in modo che le persone possano gestire i propri livelli di glucosio durante l’esercizio. Il problema, tuttavia, è che questi possono essere complessi e le informazioni possono essere difficili da interpretare per i pazienti e gli operatori sanitari.

È qui che la nuova guida sarà inestimabile. Esamina le prove della tecnologia di monitoraggio del glucosio e le utilizza come base per una guida chiara per l’esercizio in adulti, bambini e adolescenti con diabete di tipo 1.

La guida copre aree come il consumo di carboidrati e le soglie di glucosio sicure. L’idea è che dovrebbe servire come strumento di guida iniziale, che può quindi essere adattato al singolo paziente in consultazione con gli operatori sanitari.

La guida, contenuta in una dichiarazione di posizione, è stata pubblicata dalla European Association for the Study of Diabetes e dalla International Society for Pediatric and Adolescent Diabetes. È inoltre approvato dalla Juvenile Diabetes Research Foundation, organizzazione benefica globale per il diabete, e dall’American Diabetes Association.

Il dottor Richard Bracken, uno degli autori e un esperto di diabete del team di ricerca A-STEM della Swansea University School of Sports and Exercise Sciences e del gruppo di ricerca Lifestyle guidato dal Diabetes Research Group, Medical School, ha dichiarato:

“Questa guida è un accordo fondamentale che potrebbe finire per fare davvero la differenza per le persone con diabete di tipo 1.

Si basa su anni di ricerca sui punti di forza e sui limiti dei moderni dispositivi di monitoraggio del glucosio. Sulla base di queste prove, ora possiamo consigliare come utilizzare in sicurezza questi dispositivi e supportare le persone con diabete di tipo 1. Li aiuterà a ottenere i benefici per la salute dell’esercizio, riducendo al minimo le ampie fluttuazioni del livello di glucosio nel sangue “.

La guida è stata pubblicata simultaneamente sulle principali riviste di ricerca Diabetologia Pediatric Diabetes .