Reni

Con l’obesità i reni sono condannati a morte

Scienziati dell’Università di Oxford hanno scoperto che l’obesità può aumentare le possibilità che qualcuno sviluppi una malattia renale.

Finanziato da Kidney Research UK e dal Medical Research Council, questo nuovo studio ha scoperto che il grasso in tutto il corpo aumenta il rischio, non solo il grasso intorno alla metà (grasso della pancia), e suggerisce che il controllo del peso potrebbe essere un nuovo modo per gestire il rischio di malattie renali . Questa ricerca è stata pubblicata oggi nel Journal of the American Society of Nephrology .

Precedenti studi hanno scoperto che l’obesità è collegata a un aumentato rischio di malattie renali. Ma non era chiaro se l’obesità causasse direttamente malattie renali o se altri fattori fossero coinvolti, come più sale nella dieta delle persone.

In questa ultima ricerca, il team ha studiato quasi 300.000 campioni di DNA dalla biobanca britannica. Hanno cercato oltre 1.000 variazioni genetiche note per predisporre le persone a un indice di massa corporea (BMI) più alto o più deposizione di grasso addominale (grasso intorno alla metà). Le persone con queste variazioni genetiche hanno maggiori probabilità di diventare sovrappeso o obese perché ereditano questi geni.

Il professor Will Herrington, dell’unità di ricerca sulla salute della popolazione del Medical Research Council dell’Università di Oxford, che ha co-condotto la ricerca, spiega: “In questo studio, abbiamo scoperto che queste varianti genetiche erano costantemente collegate alla malattia renale, ciascuna di 5 kg / m 2 l’aumento del BMI ha causato circa il 50% di aumento del rischio di malattia renale cronica. L’utilizzo di un approccio genetico significava che potevamo essere più rigorosi rispetto a un approccio convenzionale ed escludere altri fattori “.

Il team ha scoperto che il rischio di malattie renali non cambiava in base alla posizione del grasso: aumentava della stessa quantità indipendentemente dal fatto che il grasso fosse depositato centralmente (intorno agli organi) o in tutto il corpo in generale (come intorno alle gambe e alle braccia).

Il professor Herrington continua: “In alcune malattie legate all’obesità, come le malattie cardiache, il grasso depositato intorno agli organi addominali (grasso della pancia) è peggiore del grasso che si accumula intorno ai glutei. il corpo, il grasso aumenta il rischio di malattie renali “.

Per capire il motivo per cui questo accade, i ricercatori hanno testato se le varianti genetiche che predispongono certe persone all’obesità sono stati anche associati con il diabete o pressione alta -che sia portare a malattie renali.

Il team ha scoperto che per la maggior parte dei casi di malattie renali associate all’obesità, il diabete e la pressione sanguigna erano le cause principali. Quando il grasso si è depositato intorno agli organi centrali, la malattia renale è stata causata quasi esclusivamente dal diabete. D’altra parte, quando il grasso si è depositato generalmente in tutto il corpo, sia il diabete che l’ipertensione hanno contribuito alla malattia renale.

Il professor Herrington spiega: “Questa è una buona notizia, perché sappiamo già molto di diabete e ipertensione e abbiamo trattamenti per loro. Se possiamo prevenire il diabete e controllare la pressione sanguigna in coloro che sono in sovrappeso o obesi, potremmo essere in grado di prevenire lo sviluppo di molti casi di malattia renale in primo luogo. In definitiva, questi risultati ci danno tutti più incentivi a gestire il nostro peso “.

Continua: “Una nuova classe di farmaci chiamati gliflozine riduce la capacità del rene di trattenere zucchero e sale, il che significa che il corpo è più in grado di sbarazzarsi di zucchero e sale in eccesso. Questo aiuta le persone con diabete a controllare il loro peso e la pressione sanguigna , e recenti gli studi stanno rivelando che sono particolarmente efficaci nel trattamento della malattia renale diabetica e di altre malattie renali. Stiamo conducendo un ampio studio clinico per scoprire se questo è vero in una gamma più ampia di persone con problemi renali “.

Il dottor Aisling McMahon, direttore esecutivo della ricerca, dell’innovazione e della politica presso Kidney Research UK, ha dichiarato: “Circa tre milioni di persone vivono con malattie renali croniche nel Regno Unito. Una delle priorità dell’ente di beneficenza è trasformare i trattamenti per la malattia renale e trovarne di nuovi modi per prevenirlo. Identificando l’obesità come un nuovo fattore di rischio per la malattia renale, questa importante ricerca ha rivelato nuove ragioni per i medici, i pazienti e le équipe sanitarie per sostenere una rinnovata attenzione sulla gestione del peso e incoraggiare le persone a cercare modi per migliorare la loro propria salute “.

Continua: “Stiamo osservando con interesse gli studi sugliflozin: se gli studi clinici rivelano che questi farmaci possono portare benefici a un gruppo ancora più ampio di pazienti, vorremmo vedere questi risultati della ricerca introdotti rapidamente nella pratica clinica in modo che possano beneficiare i pazienti in tutto il paese . E oltre a prevenire le malattie renali, ci impegniamo anche a mantenere attive le persone dopo che hanno sviluppato una malattia renale . Ecco perché supportiamo Kidney Beam, una piattaforma online di esercizi e benessere per i pazienti con problemi renali “.

Categorie:Reni

Con tag:,,

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.