Donne e diabete

Disordine alimentare nelle donne con diabete tipo 1

Alimentazione disordinata nelle donne con diabete di tipo 1: il monitoraggio continuo del glucosio rivela le complesse interazioni di glicemia, comportamento di auto-cura ed emozione

Pubblicità

La glicemia nelle persone con diabete di tipo 1 e disturbi alimentari non è ben contraddistinta. I ricercatori britannici hanno qui esplorato la glicemia, il comportamento di auto-cura e lo stato emotivo delle donne con diabete di tipo 1 e disturbi alimentari.

A tale proposito tredici donne con e dieci senza disturbi alimentari e diabete di tipo 1 hanno partecipato a questo studio caso-controllo. Il gruppo multidisciplinare di ricercatori ha utilizzato un approccio a metodi misti con un monitoraggio del glucosio continuo in cieco di 7 giorni e registrazione in tempo reale di glucosio capillare non sollecitato, emozioni, attività e sintomi fisici su un diario del diabete utilizzando un’applicazione per smartphone (mySugr®). Quindi confrontato i gruppi utilizzando il test U di Mann-Whitney o il test esatto di Fisher. Sono state condotte analisi tematiche delle voci del diario di testo libero (NVivo®) e analisi quantitativa dei tag emozione / sintomo.

Risultati: le persone con diabete di tipo 1 e disturbi alimentari hanno trascorso più tempo al di sopra dell’intervallo nell’iperglicemia di livello 2 (> 13,9 mmol / L, mediana [intervallo interquartile]: 21% [16,60] vs 5% [2,17], p = 0,015). Hanno avuto un tempo inferiore nell’intervallo e un tempo simile sotto l’intervallo rispetto a quelli senza un’alimentazione disordinata. La deviazione standard del glucosio capillare era significativamente più alta nel gruppo di alimentazione disordinata (4,7 mmol / L [4,5, 6,1] vs 3 [2,8, 3,2], p = 0,018). La mediana della percentuale di tendenze in aumento era tre volte superiore nel gruppo di alimentazione disordinata. Avevano anche sintomi emotivi e fisici più negativi associati a glicemia alta (> 15 mmol / L).

Conclusioni: un’alimentazione disordinata ha un impatto significativo sulla glicemia e sulle emozioni di una persona con diabete di tipo 1.

Pubblicato in Diabetic Medicine il 3 novembre 2020

Pubblicità