Donne e diabete

Il rischio di diabete di tipo 2 permane per più di 2 decenni dopo il diabete gestazionale

pregnant woman, pregnancy, pregnant

Il rischio di diabete di tipo 2 rimane alto per oltre 2 decenni dopo la gravidanza per le donne con diabete gestazionale, mentre il rischio di diabete di tipo 1 diminuisce dopo 7 anni, secondo i dati di uno studio di follow-up di 23 anni in Finlandia.

“La prevalenza del diabete mellito gestazionale e del diabete di tipo 2 è in aumento in tutto il mondo e gli studi hanno dimostrato come le donne con diabete gestazionale sono ad alto rischio di sviluppare il diabete più tardi nella vita”, Anna- Maaria Auvinen , medico specializzando presso l’Oulu University Hospital in Finlandia, e colleghi hanno scritto. “In precedenza, abbiamo riportato uno studio prospettico di follow-up di 6 anni su donne con diabete gestazionale e controparti di controllo sane, mostrando che il 4,6% della coorte di diabete gestazionale ha sviluppato il diabete di tipo 1 e il 5,3% ha sviluppato il diabete di tipo 2, mentre nessuno dei controlli gruppo è diventato diabetico. Riportiamo qui i risultati dello studio di follow-up di 23 anni su queste donne “.

I ricercatori hanno condotto uno studio di coorte con 391 donne con diabete gestazionale e una singola gravidanza che hanno partorito un bambino all’Oulu University Hospital tra il 1984 e il 1994. Donne a cui è stato diagnosticato il diabete gestazionale attraverso un test di tolleranza al glucosio orale (n = 363) o trattate con insulina (n = 28) sono stati inclusi nello studio. Le donne sono state abbinate per età, parità e data di parto con un gruppo di controllo.

Le partecipanti sono state invitate a partecipare a un questionario nel 1995 e nel 1996, tra 1 e 11 anni dopo la gravidanza. Le donne hanno risposto alle domande relative al trattamento del diabete gestazionale , al peso e all’altezza della gravidanza, alla progressione al diabete, al momento della diagnosi e ai farmaci. Un secondo questionario di follow-up è stato distribuito nel 2012 e 2013, quando hanno partecipato un totale di 297 donne con diabete gestazionale e 297 controlli abbinati.

Nel periodo di follow-up, il 53,2% delle donne nel gruppo del diabete gestazionale ha sviluppato il diabete di tipo 1 (5,7%) o di tipo 2 (50,4%). Tutte le diagnosi di diabete di tipo 1 si sono verificate entro 7 anni dalla gravidanza, mentre le diagnosi di diabete di tipo 2 sono aumentate in modo lineare fino alla fine dello studio. Solo il 5,5% delle donne nel gruppo di controllo ha sviluppato il diabete di tipo 2 e nessuna ha sviluppato il diabete di tipo 1.

Per le donne che hanno sviluppato il diabete di tipo 1, il marker OGTT più predittivo era un valore di glucosio a 2 ore a 11,9 mmol / L, che mostrava una sensibilità del 76,5% e una specificità del 96%. Per il diabete di tipo 2, il valore OGTT più predittivo era il glucosio a digiuno a un livello di 5,1 mmol / L, che mostrava una sensibilità del 63,5% e una specificità del 68,2%. I ricercatori hanno analizzato un sottogruppo di donne della coorte del diabete gestazionale che avevano un glucosio a digiuno di 7 mmol / L o superiore o un glucosio a 2 ore di 11,1 mmol / L o superiore durante la gravidanza (n = 48). Nel sottogruppo, il 46% ha sviluppato diabete di tipo 2 e il 27% ha sviluppato diabete di tipo 1.

I partecipanti che hanno ricevuto la terapia insulinica per il diabete gestazionale avevano maggiori probabilità di ricevere una diagnosi di diabete di tipo 1 o di tipo 2 rispetto a quelli che non hanno ricevuto l’insulina. Per coloro a cui è stato diagnosticato il diabete di tipo 1, solo l’1,2% non ha avuto la terapia insulinica per il diabete gestazionale. La sensibilità della terapia insulinica per predire il diabete di tipo 1 era del 90,5% e per il diabete di tipo 2 era del 56,9%. Anche il tempo di diagnosi del diabete è stato più lungo per le donne che non sono state trattate con insulina.

“Le donne con diabete gestazionale, in particolare quelle in trattamento con insulina, dovrebbero essere attentamente monitorate per il primo decennio dopo la gravidanza, dopo di che il rischio di diabete di tipo 1 diventa trascurabile”, hanno scritto i ricercatori. “Tuttavia, il rischio di diabete di tipo 2 rimane e garantisce un follow-up personalizzato e permanente”.

Riferimento fonte: Fonte: Auvinen AM, et al. Diabetologia. 2020; doi: 10.1007 / s00125-020-05215-3.

Categorie:Donne e diabete

Con tag:,