Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale

Diabete tipo 1: aggiungi una pasticca di Dapagliflozin alla terapia con insulina gestita dal pancreas artificiale migliora il compenso glicemico

pill, capsule, medicine

Photo by qimono on Pixabay

La terapia aggiuntiva con Dapagliflozin sotto controllo completo a circuito chiuso migliora il tempo nell’intervallo negli adolescenti e nei giovani adulti con diabete di tipo 1 – Lo studio DAPADream

Lo scopo di questo studio, condotto a livello internazionale, era di indagare l’effetto dell’inibitore SGLT2 dapagliflozin sui livelli di glucosio durante la notte e durante il giorno successivo dopo due pasti non annunciati in condizioni di circuito chiuso (FCL).

Per questo studio cross-over monocentrico, in doppio cieco, randomizzato, controllato con placebo, le persone non obese con diabete di tipo 1 (T1D) sono state studiate due volte (10 mg dapagliflozin bid vs. placebo) per 24 ore con due test di pasto misto senza preavviso a 6 ore di distanza in condizioni FCL. L’outcome primario era il tempo glicemico del sensore nell’intervallo (3,9-10 mmol / l, TIR). Per la valutazione della sicurezza, sono stati misurati il ??ß-idrossibutirrato (BHB), il glucagone, l’insulina e il polipeptide inibitorio gastrico.

Risultati: 15 adolescenti [età 15,4 ± 1,6 anni, durata del diabete 10,0 ± 3,4 anni, HbA1c 8,4 ± 0,9% (67,7 ± 10,1 mmol / mol Hb)] e 15 giovani adulti [18,7 ± 0,8; 12,5 ± 3,6; 8,3 ± 0,9% (68,5 ± 11,2 mmol / mol Hb)] ha completato la prova. Il TIR era significativamente più alto nel gruppo di intervento rispetto al placebo (68% ± 6% vs. 50% ± 13%, p <0,001); il glucosio notturno era significativamente più basso con dapagliflozin (6,2 ± 0,7 vs 7,3 ± 1,7 mmol / l; p = 0,003) senza un aumento del tempo <3,9 mmol / l (3,3 ± 6,0 vs 3,1 ± 5,2% p = 0,75). L’escrezione urinaria di glucosio è stata aumentata di tre volte utilizzando dapagliflozin (149 ± 42 vs 49 ± 23 g / 24 h) con una riduzione totale di insulina del 22% (39,7 ± 12,7 U vs 30,6 ± 10,4 U, p = 0,004). Non sono stati osservati valori elevati di BHB anormali.

In sintesi: negli adolescenti e negli adulti con T1D, dapagliflozin ha aumentato significativamente il TIR in media di 259 min / die riducendo la variabilità glicemica durante FCL senza alcun segno di ipoglicemia o chetosi.

Pubblicato in Diabetes Obesity and Metabolism – 20 novembre 2020,

  • Il dapagliflozin o BMS-512148-05 è un farmaco orale per il trattamento del diabete mellito di tipo 2 appartenente ad una nuova classe di farmaci inibitori del trasportatore renale del sodio-glucosio 2. Il farmaco nell’aprile del 2012 ha avuto parere favorevole dall’EMA all’immisione in commercio

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.