Batticuore

L’ipertensione a qualsiasi età, indipendentemente da quanto tempo ce l’hai, accelera il declino cognitivo

blood pressure, pressure gauge, medical

Photo by 1643606 on Pixabay

DALLAS, 14 dicembre 2020 – L’ipertensione sembra accelerare il declino delle prestazioni cognitive negli adulti di mezza età e negli anziani, secondo una nuova ricerca pubblicata oggi su Hypertension , una rivista dell’American Heart Association.

Pubblicità

Quasi la metà degli adulti americani soffre di pressione alta o ipertensione. Avere la pressione alta è un fattore di rischio per il declino cognitivo, che include cose come la memoria, la fluidità verbale, l’attenzione e la concentrazione. La pressione sanguigna di 120 mmHg – 129 mmHg sistolica (il numero più alto in una lettura) o superiore è considerata elevata. La pressione sistolica superiore a 130 mmHg o la pressione diastolica (il numero inferiore) di 80 mmHg o superiore è considerata ipertensione.

“Inizialmente avevamo previsto che gli effetti negativi dell’ipertensione sulla funzione cognitiva sarebbero stati più critici quando l’ipertensione iniziava in giovane età, tuttavia, i nostri risultati mostrano un declino delle prestazioni cognitive accelerato simile se l’ipertensione è iniziata nella mezza età o in età avanzata”, ha detto l’autore dello studio Sandhi M. Barreto, MD, M.Sc., Ph.D., professore di medicina presso l’Universidade Federal de Minas Gerais a Belo Horizonte, Brasile. “Abbiamo anche scoperto che il trattamento efficace della pressione alta a qualsiasi età in età adulta potrebbe ridurre o prevenire questa accelerazione. Collettivamente, i risultati suggeriscono che l’ipertensione deve essere prevenuta, diagnosticata e trattata efficacemente negli adulti di qualsiasi età per preservare la funzione cognitiva”.

Barreto e colleghi hanno analizzato i risultati di uno studio esistente che includeva informazioni sulla pressione sanguigna e sulla salute cognitiva per oltre 7.000 adulti in Brasile, la cui età media era di circa 59 anni all’inizio dello studio. I partecipanti allo studio sono stati seguiti per una media di quasi 4 anni; i test includevano l’analisi della memoria, della fluidità verbale e della funzione esecutiva, che include l’attenzione, la concentrazione e altri fattori associati al pensiero e al ragionamento.

La loro analisi ha rilevato:

  • La pressione sanguigna sistolica compresa tra 121 e 139 mmHg o la pressione sanguigna diastolica tra 81 e 89 mmHg senza l’uso di farmaci antipertensivi è stata associata a un declino accelerato delle prestazioni cognitive tra gli individui di mezza età e gli anziani.
  • La velocità del declino cognitivo si è verificata indipendentemente dalla durata dell’ipertensione, il che significa che l’ipertensione per un certo periodo di tempo, anche di breve durata, potrebbe influire sulla velocità del declino cognitivo di una persona.
  • Gli adulti con ipertensione incontrollata tendevano a sperimentare cali notevolmente più rapidi della memoria e della funzione cognitiva globale rispetto agli adulti che avevano ipertensione controllata.

“Oltre ad altri comprovati benefici del controllo della pressione sanguigna, i nostri risultati evidenziano l’importanza di diagnosticare e controllare l’ipertensione nei pazienti di qualsiasi età per prevenire o rallentare il declino cognitivo”, ha detto Barreto. “I nostri risultati rafforzano anche la necessità di mantenere livelli di pressione sanguigna più bassi per tutta la vita, dal momento che anche i livelli di preipertensione erano associati al declino cognitivo”.

Secondo Barreto, alcuni dei limiti dello studio sono il periodo di follow-up relativamente breve e il fatto che i partecipanti hanno riportato la diagnosi di ipertensione al basale.

“Sebbene i partecipanti al nostro studio siano adulti brasiliani, riteniamo che i nostri risultati siano applicabili ad altre regioni. Studi precedenti hanno dimostrato che comportamenti malsani e fattori di rischio simili, inclusa l’ipertensione, sono comuni nello sviluppo di malattie cardiovascolari in diverse popolazioni in tutto il mondo. il globo “, ha detto Barreto.

Pubblicità

Categorie:Batticuore

Con tag: