Terapie

L’acqua può essere un trattamento efficace per la sindrome metabolica

Clean clear cold drink

Photo by Pixabay on Pexels

L’acqua sopprime la vasopressina, un ormone legato all’obesità, il diabete

Pubblicità

AURORA, Colo. (15 dicembre 2020) – I ricercatori dell’Università del Colorado Anschutz Medical Campus hanno scoperto che il fruttosio stimola il rilascio di vasopressina, un ormone legato all’obesità e al diabete. Hanno anche scoperto che l’acqua può sopprimere l’ormone e alleviare queste condizioni nei topi.

“Il significato clinico di questo lavoro è che può incoraggiare studi per valutare se semplici aumenti dell’assunzione di acqua possono mitigare efficacemente l’obesità e la sindrome metabolica”, ha detto l’autore principale dello studio Miguel A. Lanaspa, PhD, professore associato presso l’Università del Colorado Scuola di Medicina specializzata in malattie renali e ipertensione.

Lo studio è stato pubblicato oggi sulla rivista JCI Insight .

Lanaspa e il suo collega, Richard Johnson, MD, anche lui professore presso la CU School of Medicine, volevano capire perché la vasopressina, che mantiene i livelli di acqua del corpo, era elevata in quelli con obesità e diabete.

Hanno nutrito topi con acqua zuccherata, in particolare fruttosio, e hanno scoperto che stimolava il cervello a produrre vasopressina. La vasopressina a sua volta immagazzinava l’acqua come grasso provocando la disidratazione che innescava l’obesità. Trattare i topi con acqua non zuccherina ha ridotto l’obesità.

Secondo Lanaspa, questa è la prima volta che gli scienziati hanno dimostrato come la vasopressina agisce sullo zucchero alimentare per causare obesità e diabete.

“Abbiamo scoperto che lo fa lavorando attraverso un particolare recettore della vasopressina noto come V1b”, ha detto. “Questo recettore è noto da tempo ma nessuno ne ha veramente capito la funzione. Abbiamo scoperto che i topi privi di V1b erano completamente protetti dagli effetti dello zucchero. Abbiamo anche dimostrato che la somministrazione di acqua può sopprimere la vasopressina e sia prevenire che curare l’obesità . “

I ricercatori hanno anche scoperto che la disidratazione può stimolare la formazione di grasso.

“Questo spiega perché la vasopressina è così alta nei mammiferi del deserto in quanto non hanno un facile accesso all’acqua”, ha detto Johnson. “Quindi la vasopressina conserva l’acqua immagazzinandola come grasso.”

Questi dati coincidono con le osservazioni che mostrano che le persone obese hanno spesso segni di disidratazione. Spiega anche perché le diete ad alto contenuto di sale possono anche causare obesità e diabete.

I ricercatori hanno scoperto che la terapia dell’acqua proteggeva efficacemente dalla sindrome metabolica, una raccolta di condizioni tra cui ipertensione, glicemia alta e livelli elevati di trigliceridi che aumentano il rischio di malattie cardiache, ictus e diabete di tipo 2.

“Il modo migliore per bloccare la vasopressina è bere acqua”, ha detto Lanaspa. “Questo è promettente perché significa che potremmo avere un modo semplice ed economico per migliorare le nostre vite e curare la sindrome metabolica”.

Johnson ha riassunto i risultati in questo modo.

“Lo zucchero guida la sindrome metabolica in parte tramite l’attivazione della vasopressina. La vasopressina guida la produzione di grasso probabilmente come meccanismo per immagazzinare l’acqua metabolica”, ha detto. “I potenziali ruoli dell’idratazione e della riduzione del sale nel trattamento dell’obesità e della sindrome metabolica dovrebbero essere considerati”.

Pubblicità

Categorie:Terapie

Con tag:,