Donne e diabete

L’importanza di un organo dimenticato per garantire gravidanze sane

Woman holding her baby bump

Photo by Jonas Kakaroto on Pexels

Un team di ricerca internazionale guidato dall’Università della British Columbia (UBC) ha scoperto per la prima volta l’importanza di una piccola ghiandola nascosta dietro lo sterno che lavora per prevenire l’aborto spontaneo e il diabete nelle donne in gravidanza.

L’organo in questione è il timo, identificato in uno studio pubblicato oggi sulla rivista Nature come svolgere un ruolo significativo sia nel controllo metabolico che nell’immunità in gravidanza.

Il modo in cui il sistema immunitario si adatta a sostenere la madre e il feto ha lasciato perplessi i ricercatori per decenni. Lo studio, condotto da un team di ricerca internazionale, incluso il dottor Josef Penninger dell’UBC, rivela una risposta. I ricercatori hanno scoperto che gli ormoni sessuali femminili istruiscono importanti cambiamenti nel timo, un organo centrale del sistema immunitario, per produrre cellule specializzate chiamate Treg per affrontare i cambiamenti fisiologici che si verificano durante la gravidanza.

I ricercatori hanno anche identificato RANK, un recettore espresso in una parte del timo chiamata epitelio, come la molecola chiave alla base di questo meccanismo.

“Sapevamo che il RANK era espresso nel timo, ma il suo ruolo nella gravidanza era sconosciuto”, afferma l’autore senior dello studio, il dott. Penninger, professore nel dipartimento di genetica medica e direttore del Life Sciences Institute dell’UBC.

Per ottenere una migliore comprensione, gli autori hanno studiato i topi in cui RANK era stato eliminato dal timo.

“L’assenza di RANK ha impedito la produzione di Tregs nel timo durante la gravidanza. Ciò ha portato a meno Tregs nella placenta, portando a tassi elevati di aborto spontaneo”, afferma l’autore principale dello studio, la dott.ssa Magdalena Paolino, assistente professore nel dipartimento di medicina presso il Karolinska Institutet.

I risultati offrono anche nuove intuizioni molecolari sullo sviluppo del diabete durante la gravidanza, noto come diabete gestazionale, una malattia che colpisce circa il 15% delle donne in gravidanza in tutto il mondo e di cui gli scienziati sanno ancora poco.

Nelle gravidanze sane, i ricercatori hanno scoperto che le Tregs migravano nel tessuto adiposo della madre per prevenire l’infiammazione e aiutare a controllare i livelli di glucosio nel corpo. I topi gravidi privi di RANK avevano livelli elevati di glucosio e insulina nel sangue e molti altri indicatori di diabete gestazionale, compresi i giovani più grandi della media.

“Simile ai bambini di donne con diabete in gravidanza, i cuccioli appena nati erano molto più pesanti della media”, afferma il dottor Paolino.

La carenza di Treg durante la gravidanza ha anche provocato effetti transgenerazionali di lunga durata sulla prole. I cuccioli sono rimasti inclini al diabete e al sovrappeso per tutta la durata della loro vita. Dare ai topi carenti di RANK Treg derivati ??dal timo isolati da gravidanze normali ha invertito tutti i loro problemi di salute, inclusi aborto spontaneo e livelli di glucosio materno, e ha anche normalizzato il peso corporeo dei cuccioli.

I ricercatori hanno anche analizzato le donne con diabete in gravidanza, rivelando un numero ridotto di Treg nelle loro placente, simile allo studio sui topi.

“La scoperta di questo nuovo meccanismo alla base del diabete gestazionale offre potenzialmente nuovi bersagli terapeutici per la madre e il feto in futuro”, afferma la coautrice Dr. Alexandra Kautzky-Willer, un ricercatore clinico con sede presso l’Università di Medicina di Vienna.

“Il timo cambia in modo massiccio durante la gravidanza e il modo in cui tale ricablaggio di un intero tessuto contribuisce a una gravidanza sana è stato uno dei restanti misteri dell’immunologia”, aggiunge il dott. Penninger. “Il nostro lavoro nel corso di molti anni non solo ha risolto questo enigma – gli ormoni della gravidanza ricablano il timo tramite RANK – ma ha scoperto un nuovo paradigma per la sua funzione: il timo non solo cambia il sistema immunitario della madre in modo da non rigettare il feto, ma il timo controlla anche la salute metabolica della madre.

“Questa ricerca cambia la nostra visione del timo come un organo attivo e dinamico necessario per salvaguardare le gravidanze”, afferma il dottor Penninger.

###

Lo studio è stato possibile grazie a una stretta collaborazione tra l’Istituto di biotecnologia molecolare dell’Accademia austriaca delle scienze di Vienna, il Life Sciences Institute di Vancouver e il Karolinska Institutet. Hanno partecipato anche ricercatori del CeMM Institute e della Medical University di Vienna, nonché dell’Università di Birmingham e Oxford nel Regno Unito.

I ricercatori sono stati supportati da sovvenzioni del Karolinska Institutet, della Fondazione Ragnar Soderberg, del Consiglio svedese della ricerca, della Fondazione nazionale svizzera, The Wellcome Trust, MRC, CRUK, Fondo austriaco della scienza, Rete europea di formazione, IMBA, una cattedra Canada150, il T. Fondazione von Zastrow e il Consiglio europeo della ricerca.Fnature

Categorie:Donne e diabete

Con tag:,

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.