Mangiare e bere

Anno nuovo, nuova spinta? La ricerca sulla psicologia dei consumatori potrebbe aiutare le persone a sviluppare abitudini sane e sostenibili

Le persone che cercano di adottare uno stile di vita più sano possono trarre vantaggio da nuove app progettate per sostenere il cambiamento del comportamento per le nuove ricerche condotte dall’Università di Reading.

Esperti in comportamento dei consumatori, la dott.ssa Elena Millan e il professor Adrian Palmer, e l’esperta di psicologia comportamentale dott.ssa Julia Vogt hanno lavorato a un progetto finanziato dall’EIT Health / Food, STOP MetSyn, per comprendere le abitudini alimentari e le scelte di vita delle persone. Il lavoro del progetto è stato guidato dalla dott.ssa Elena Millan della School of Agriculture, Policy and Development e la ricerca è iniziata nel febbraio 2020.

Pubblicità e progresso

La ricerca viene utilizzata per costruire una nuova piattaforma di stile di vita sano basata su teorie psicologiche, incluso il nudge, e incoraggerà le persone a sviluppare abitudini sane per un periodo di tempo piuttosto che cercare di cambiare tutti gli aspetti contemporaneamente.

La dott.ssa Julia Vogt, professore associato di psicologia presso l’Università di Reading, ha dichiarato:

“La mentalità del ‘nuovo tu’ di cambiare tutto il tuo comportamento in una volta e sperare che si attenga potrebbe sembrare allettante, ma ogni gennaio vediamo le iscrizioni alle palestre salire e un’alimentazione sana adottata solo per la stragrande maggioranza delle persone che trova quel cambiamento troppo stimolante e generoso su.”

“Invece, stiamo cercando di utilizzare le più recenti intuizioni psicologiche per aiutare le persone a considerare come possono gradualmente sviluppare comportamenti sani nel tempo. Ad esempio, lo stress può essere un importante fattore negativo nel seguire uno stile di vita sano e molti di noi cercano un bicchiere di vino o un blocco di cioccolato dopo una giornata stressante. Considerando lo stress e i modi per stimolare comportamenti sani che funzionano anche quando stressati, possiamo evitare questi gravi incidenti quando lo stress arriva piuttosto che sentirci come un fallimento “.

“I nostri primi dati ci stanno aiutando a comprendere questo problema e, cosa più importante, ci aiutano a sviluppare soluzioni come rendere l’esercizio fisico e il cibo sano più piacevole e gratificante”.

La pandemia ha portato ad abitudini alimentari e stile di vita più sane, ma gli snack del Regno Unito sono davanti a francesi e tedeschi per indulgere

La dott.ssa Elena Millan, la leader del pacchetto di lavoro che ha anche guidato la mappatura del comportamento e delle abitudini reali relative agli acquisti di cibo e alle scelte di stile di vita tramite sondaggi online nel Regno Unito, Francia e Germania, ha dichiarato:

“I cibi sani sono tra i tipi di alimenti più frequentemente consumati su base settimanale nei tre paesi: pasti cucinati in casa, latticini, frutta e verdura. È interessante notare che il cibo per indulgenza ha seguito i suddetti in termini di frequenza di consumo, con circa 50 % delle persone nel Regno Unito e in Francia (e leggermente meno in Germania) afferma di mangiare tale cibo tra le 2 e le 4 volte a settimana, mentre tra l’11% (Francia) e il 15% (Regno Unito) li consuma almeno una volta per giorno.”

“Mentre consumare cibi indulgenti raramente può aiutare a mantenere una dieta sana in generale, il consumo di tali cibi in eccesso può portare a un peso corporeo più elevato e può rappresentare minacce per la salute, in particolare per le persone con condizioni di salute sottostanti”.

“Apparentemente, i consumatori sono consapevoli dei diversi risultati della loro dieta e del livello di attività fisica, con la maggioranza che riferisce che come risultato della loro dieta e dell’esercizio fisico hanno ottenuto un miglioramento della salute o una riduzione del rischio di malattia, e le sensazioni positive aumentano come la sensazione felice, contento e pieno di speranza. Questi risultati sono rassicuranti soprattutto alla luce delle sfide legate alla salute poste dalla situazione COVID-19 “.

“Dall’inizio del COVID-19, nei tre paesi una percentuale notevolmente più alta di persone dichiara di mangiare (dal 40% alla Germania al 56% della Francia) e di vivere (dal 37% alla Germania al 48% della Francia) in modo più sano rispetto a coloro che riferiscono un deterioramento della propria dieta (5% dalla Francia al 15% nel Regno Unito) e qualità dello stile di vita (dal 10% della Germania al 14% del Regno Unito). ”

La tecnologia può aiutare a migliorare le abitudini alimentari e gli stili di vita?

Il team ha lavorato con i consumatori per creare insieme un’app che tenga conto di domande come ciò che rende loro difficile fare esercizio e mangiare sano. Il processo significa anche che i consumatori sono stati anche in grado di condividere le loro idee su come ottenere uno stile di vita più sano nella loro vita quotidiana.

Il dottor Vogt ha detto:

“Questo processo è stato creativo: ai partecipanti è stato spesso chiesto di condividere le loro opinioni ma anche di condividere immagini per visualizzare le loro idee e per leggersi reciprocamente le idee e per sviluppare insieme soluzioni ancora migliori. Ciò significa che i partecipanti hanno lavorato per giorni su soluzioni.

“Le funzionalità dell’app più preziose in tutti i paesi sono legate alla personalizzazione, come l’app che stabilisce obiettivi specifici per te o suggerisce ricette in base alla tua lista della spesa. Imparerebbe man mano che la usi di più, essendo in grado di personalizzare suggerimenti per cibo o allenamenti e può aiutare con la definizione degli obiettivi e il monitoraggio. ”

Il dott. Millan ha dichiarato: “Il crescente utilizzo di dispositivi mobili è stato accompagnato da una crescente popolarità delle app per mangiare e vivere sani. È interessante notare che abbiamo riscontrato un uso più sostenuto di tali app da parte di una buona percentuale di coloro che le hanno provate: 30% (Francia) al 36% (Regno Unito) riferiscono di utilizzare la propria app per 6 o più mesi. Inoltre, le app per l’attività fisica hanno un fascino più forte rispetto alle app per l’alimentazione, indicando quindi un valore percepito maggiore delle prime “.

La squadra dietro di STOP MetSyn speranza che lo sviluppo di nuovi stili di vita comportamenti e abitudini che possono essere adottate aiuterà ad affrontare la questione diffusa della sindrome metabolica, che è un insieme di condizioni che si verificano insieme, aumentando il rischio di malattie cardiache, ictus e tipo 2 diabete legato a inattività e sovrappeso / obesità.


Ulteriori informazioni: per ulteriori informazioni, vedere  eit-food4health.eu/stop-metsyn-consumer-behaviour/