Reni

Ereditabilità dei biomarcatori: parente di primo grado con malattia renale aumenta il rischio di malattia di tre volte

In un ampio studio familiare basato sulla popolazione, la storia familiare di malattia renale era fortemente associata a un aumento del rischio di malattia renale cronica.

Pubblicità

In questo ampio studio familiare basato sulla popolazione recentemente pubblicato sull’American Journal of Kidney Diseases, i ricercatori hanno studiato l’aggregazione familiare della CKD confrontando il rischio di malattia renale cronica (CKD) in individui con un primo grado affetto rispetto a quello della popolazione generale. È stato osservato che i partecipanti con un parente di primo grado affetto hanno un rischio tre volte più alto di CKD rispetto a quello della popolazione generale, indipendentemente da BMI, ipertensione, diabete, ipercolesterolemia, storia di malattie cardiovascolari (CVD) e abitudine al fumo. Gli autori di questo studio hanno osservato un rischio 1,56 volte maggiore in quelli con un coniuge affetto, suggerendo che fattori ambientali condivisi e / o accoppiamenti assortiti giocano un ruolo. L’ereditabilità dell’eGFR era considerevole (44%), mentre l’ereditabilità degli EAU era moderata (20%). L’ereditabilità dei marcatori correlati ai reni e degli elettroliti sierici variava tra il 20 e il 50%.

Pubblicità

Categorie:Reni

Con tag:,,

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.