Mangiare

Dieta a basso contenuto di carboidrati a breve termine legata alla remissione del diabete di tipo 2

I pazienti con diabete di tipo 2 che seguono una dieta rigorosa a basso contenuto di carboidrati per sei mesi possono sperimentare tassi di remissione maggiori rispetto ad altre diete consigliate senza effetti avversi, suggerisce uno studio pubblicato oggi da The BMJ .

I ricercatori riconoscono che la maggior parte dei benefici è diminuita a 12 mesi, ma affermano che i medici potrebbero prendere in considerazione diete rigorose a basso contenuto di carboidrati a breve termine per la gestione del diabete di tipo 2, monitorando e aggiustando attivamente i farmaci per il diabete secondo necessità.

Il diabete di tipo 2 è la forma più comune di diabete in tutto il mondo e la dieta è riconosciuta come una parte essenziale del trattamento. Ma rimane l’incertezza su quale dieta scegliere e studi precedenti hanno riportato risultati contrastanti.

Per colmare questa lacuna nell’evidenza, un team di ricercatori internazionali ha deciso di valutare l’efficacia e la sicurezza delle diete a basso contenuto di carboidrati (LCD) e di diete a basso contenuto di carboidrati (VLCD) per le persone con diabete di tipo 2, rispetto alle diete di controllo (per lo più a basso contenuto di grassi) .

I loro risultati si basano sull’analisi di dati pubblicati e non pubblicati da 23 studi randomizzati che hanno coinvolto 1.357 partecipanti.

Gli LCD sono stati definiti come meno del 26% di calorie giornaliere da carboidrati e i VLCD sono stati definiti come meno del 10% di calorie giornaliere da carboidrati per almeno 12 settimane negli adulti (età media da 47 a 67 anni) con diabete di tipo 2.

I risultati sono stati riportati a sei e 12 mesi e includevano la remissione del diabete (riduzione dei livelli di zucchero nel sangue con o senza l’uso di farmaci per il diabete), perdita di peso, eventi avversi e qualità della vita correlata alla salute.

Sebbene le prove fossero progettate in modo diverso e fossero di qualità variabile, i ricercatori sono stati in grado di ammetterlo nella loro analisi.

Sulla base di prove di certezza da bassa a moderata, i ricercatori hanno scoperto che i pazienti con LCD hanno raggiunto tassi di remissione del diabete più elevati a sei mesi rispetto ai pazienti con diete di controllo, senza eventi avversi.

Ad esempio, sulla base di prove di moderata certezza da 8 studi con 264 partecipanti, quelli che hanno seguito un LCD hanno sperimentato, in media, una riduzione del rischio assoluto del 32% (28 casi in meno su 100 seguiti) nella remissione del diabete a 6 mesi.

Gli LCD hanno anche aumentato la perdita di peso, ridotto l’uso di farmaci e migliorato le concentrazioni di grasso corporeo (trigliceridi) a sei mesi.

Tuttavia, la maggior parte di questi benefici è diminuita a 12 mesi, un risultato coerente con le revisioni precedenti e alcune prove hanno mostrato un peggioramento della qualità della vita e dei livelli di colesterolo a 12 mesi.

Questo studio ha utilizzato metodi robusti per aumentare la precisione e la certezza complessiva delle stime degli effetti. Ma gli autori riconoscono alcune limitazioni, come il dibattito in corso su ciò che costituisce la remissione del diabete e l’incertezza sull’efficacia e sulla sicurezza a lungo termine degli LCD.

Sottolineano inoltre che i loro risultati si basano su prove di certezza da moderate a basse.

Pertanto, suggeriscono che i medici “potrebbero prendere in considerazione LCD a breve termine per la gestione del diabete di tipo 2, monitorando attivamente e aggiustando i farmaci per il diabete secondo necessità”.

“Futuri studi randomizzati a lungo termine, ben progettati e con controllo calorico sono necessari per determinare gli effetti dell’LCD sulla perdita di peso sostenuta e sulla remissione del diabete , nonché sulla mortalità cardiovascolare e sulla maggiore morbilità”, concludono.


Ulteriori informazioni: efficacia e sicurezza delle diete a basso e molto basso contenuto di carboidrati per la remissione del diabete di tipo 2: revisione sistematica e meta-analisi dei dati di studi randomizzati pubblicati e non pubblicati, BMJ (2021). DOI: 10.1136 / bmj.m4743

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.