Centenario insulina 1921/2021

Non possiamo aspettare altri 100 anni per porre fine al diabete

Canada collage on white

Riceviamo e volentieri condividiamo questo contributo dal Canada per il centenario della scoperta dell’insulina.

Quest’anno ricorre il 100 ° anniversario dalla rivoluzionaria scoperta canadese dell’insulina, ma non è una cura. Il diabete continua a prendere la vita dei canadesi e i tassi di prevalenza sono allarmanti: un canadese su tre convive con o è a rischio di diabete e i nostri giovani di 20 anni hanno una probabilità del 50% di essere diagnosticati con diabete di tipo 2 nel corso della loro vita.

Pubblicità e progresso

La pandemia COVID-19 sta ostacolando le cure, aumentando le conseguenze e mettendo le persone con diabete a un rischio tre volte maggiore di morire a causa di COVID-19. Con un senso di urgenza e la consapevolezza che, nonostante l’aiuto dell’insulina, il diabete riesce a conquistare il paese, Diabetes Canada sta lanciando un’audace campagna di raccolta fondi e sensibilizzazione, We Can’t Wait Another 100 Years to End Diabetes .

“La scoperta dell’insulina in Canada è tra i principali risultati della ricerca medica”, afferma Laura Syron, Presidente e CEO di Diabetes Canada. “Sebbene l’insulina abbia consentito un incredibile cambiamento nell’aspettativa di vita e nella qualità della vita per milioni di persone in tutto il mondo, non è una cura. È un trattamento. Più che mai, i milioni di canadesi con oa rischio di diabete hanno bisogno del nostro sostegno. Non possiamo aspettare altri 100 anni e speriamo che i canadesi ci sosterranno e contribuiranno a porre fine al diabete “.

A partire dal gennaio 2021 e fino al 2022, la campagna riconoscerà il 100 ° anniversario del risultato scientifico vincitore del Premio Nobel di Sir Frederick Banting, Charles Best, JJR Macleod e James Collip, ricordando anche ai canadesi le conseguenze gravi e talvolta mortali di la malattia e il successo che continua ad avere nel portare ad altre malattie croniche tra cui cecità, infarto e ictus, amputazione e insufficienza renale. Attraverso la campagna, Diabetes Canada si impegnerà in una conversazione nazionale: sebbene il 100 ° anniversario sia una scoperta incredibile; l’insulina non è sufficiente. È la linea di partenza, non il traguardo per il diabete.

Come la più grande organizzazione di beneficenza del Canada dedicata a sostenere le persone che vivono con tutte le forme di diabete, che è stata avviata da Charles Best nel 1940, Diabetes Canada sta cercando di mobilitare altri partner sanitari, di ricerca e della comunità, l’industria, il governo e tutti i canadesi per porre fine finalmente al diabete.

Banting House, il sito storico nazionale del Canada (di proprietà e gestito da Diabetes Canada), è tra i tanti che partecipano alla campagna. “Anche se oggi abbiamo un’insulina migliore di quella che avevamo 100 anni fa quando è stata scoperta per la prima volta, non abbiamo ancora niente di meglio dell’insulina”, afferma Grant Maltman, curatore di Banting House. “Le persone che vivono con il diabete di tutto il mondo hanno visitato il luogo di nascita dell’insulina in pellegrinaggio per vedere dove è stata concepita l’idea per il loro trattamento salvavita e ci ha ricordato che la scoperta in sé non è la fine della storia”.

“La scoperta dell’insulina mi ha permesso di convivere con il diabete negli ultimi 20 anni, ma il nostro paese ha fatto troppo poco per mantenere la sua posizione di leader globale nella cura del diabete poiché il Canada si colloca tra i peggiori paesi dell’Organizzazione per la cooperazione economica. operazione e sviluppo per il numero di casi di diabete pro capite “, dice Brooks Roche che vive con il diabete di tipo 1 e che è un membro del Consiglio della Gioventù del Primo Ministro di Charlottetown, PEI. “Dobbiamo alla nostra storia e al nostro paese investire in un importante cambiamento sistemico per aiutare a porre fine al diabete”.

Fatti sul diabete:

  • Quasi 11,5 milioni di canadesi convivono con diabete o prediabete.
  • Il diabete è la principale causa di perdita della vista e cecità in quei 20-65 anni di età.
  • Il diabete contribuisce al 30% degli ictus, al 40% degli attacchi di cuore, al 50% dell’insufficienza renale che richiede dialisi.
  • Il diabete è la causa del 70% di tutte le amputazioni non traumatiche degli arti.
  • Avere il diabete può ridurre la durata della propria vita da cinque a 15 anni.
  • Il diabete riesce a prelevare denaro dalle tasche dei canadesi, con un costo di trattamento di 30 miliardi di dollari.
  • La pandemia in corso si è aggiunta alle ansie per il diabete, con un terzo dei canadesi che afferma di essere ora più preoccupato per il diabete di quanto non lo fosse prima.
  • Gli adulti affetti da diabete che contraggono il COVID-19 corrono un rischio maggiore di sviluppare sintomi e complicazioni gravi, come la polmonite, e hanno quasi tre volte più probabilità di morire in ospedale.

Tutti coloro che visitano diabetes.ca/enddiabetes possono saperne di più, partecipare alla campagna e fare donazioni.

 A proposito di Diabetes Canada

Diabetes Canada è l’organizzazione di beneficenza nazionale registrata che sta rendendo visibile e urgente l’epidemia invisibile del diabete. Diabetes Canada è impegnata a porre fine al diabete attraverso:

  • Risorse per gli operatori sanitari sulle migliori pratiche per la cura delle persone con diabete;
  • Patrocinio di governi, scuole e luoghi di lavoro; e
  • Finanziare la ricerca canadese leader a livello mondiale per migliorare i trattamenti e trovare una cura.