Tecno

Cornea sintetica CorNeat impiantata nel primo paziente

I chirurghi oculistici del Rabin Medical Center in Israele hanno impiantato con successo la prima cornea artificiale in un paziente umano cieco bilaterale. Una volta tolte le bende, l’uomo di 78 anni è stato in grado di leggere e riconoscere i membri della famiglia.

Tutto questo è stato possibile grazie a un dispositivo sviluppato da CorNeat Vision, un’azienda israeliana, che consiste in un componente ottico collegato a un materiale biocompatibile che assomiglia alla matrice extracellulare umana. Questo materiale non si biodegrada, ma fornisce sia la struttura fisica che i segnali biochimici per consentirgli di accogliere i fibroblasti e fondersi con i tessuti nativi vicini.

Pubblicità e progresso

Attualmente, i pazienti con cornee malate o danneggiate possono ottenere trapianti, tipicamente provenienti da cadaveri. Ma non ci sono abbastanza cornee da girare, quindi un’opzione sintetica è sicuramente una buona notizia.

Sebbene la cornea sintetica sia una delle prime applicazioni del materiale CorNeat, dovrebbe avere altre applicazioni significative nella riparazione dei tessuti e per l’impianto di sensori medici e dispositivi interni.

Ecco un video da un canale di notizie israeliano con il primo paziente che mostra il suo nuovo occhio:

Ed ecco un’animazione CorNeat Vision che spiega la procedura di impianto:

Link: pagina informativa sulla tecnologia CorNeat Vision …

Via: CorNeat