Educazione

Diabete: Quale rapporto c’è tra alfabetizzazione sanitaria e cura di sé?

È importante che i pazienti comprendano le informazioni di cui hanno bisogno per prendere decisioni sulla salute, ma gli studi hanno dimostrato che un ampio segmento della popolazione non ha la competenza sanitaria per farlo. L’alfabetizzazione sanitaria si riferisce alla capacità delle persone di ottenere, elaborare e comprendere le informazioni sanitarie necessarie per prendere decisioni sanitarie. Un ricercatore della School of Information Sciences dell’Università dell’Illinois Urban-Champaign sta affrontando questo argomento.

“Molte persone hanno una cultura sanitaria inadeguata per supportarle nella comprensione delle informazioni sanitarie e / o nello svolgere attività di cura di sé di base”, ha detto l’assistente professor Jessie Chin. “Una cura di sé di successo porterebbe a migliori risultati di salute, soprattutto per i pazienti con malattie croniche”.

Pubblicità e progresso

L’ articolo di Chin , “Alfabetizzazione sanitaria, capacità di elaborazione, conoscenza della malattia e memoria utilizzabile per i farmaci che assumono il diabete di tipo 2: analisi trasversale”, è stato recentemente pubblicato sul Journal of General Internal Medicine . I coautori del documento includono Huaping Wang, Adam W. Awwad e James F. Graumlich, University of Illinois College of Medicine di Peoria; Michael S. Wolf, Scuola di Medicina Feinberg della Northwestern University; e Daniel G. Morrow, Dipartimento di Psicologia dell’Educazione, Università dell’Illinois.

Nel loro studio, Chin e i suoi colleghi hanno studiato la relazione tra alfabetizzazione sanitaria e “memoria utilizzabile”, o memoria a scopo terapeutico, tra i pazienti con diabete. I loro risultati hanno dimostrato il legame tra alfabetizzazione sanitaria e cura di sé, che secondo i ricercatori potrebbe essere spiegato sia dalla capacità di elaborazione che dalla conoscenza della salute dei pazienti.

“Lo studio ha anche dimostrato che ci sono differenze individuali nel modo in cui le persone possono compensare i limiti nelle loro capacità cognitive al fine di mantenere la loro alfabetizzazione sanitaria. Le implicazioni del nostro studio includono il miglioramento dell’aderenza ai farmaci per i pazienti con malattie croniche attraverso molteplici strategie per promuovere la memoria utilizzabile dell’assunzione di farmaci “, ha detto Chin.