Ricerca

Nuovi obiettivi rivolti allo sviluppo di un trattamento farmacologico per l’obesità e il diabete di tipo 2

GIP rispettivamente prendono il doppio agonista GP-1 / GIP richiedono il recettore GIP nel cervello per ridurre il peso corporeo e l’assunzione di cibo. Fonte: Helmholtz Zentrum München

L’ormone GIP regola il peso corporeo e l’assunzione di cibo tramite un recettore nel cervello

Il recettore GIP nel sistema nervoso centrale svolge un ruolo cruciale nella regolazione del peso corporeo e dell’assunzione di cibo. Lo dimostra un recente studio condotto da Helmholtz Zentrum München, ETH di Zurigo e dal Centro tedesco per la ricerca sul diabete (DZD). Lo studio, che è stato ora pubblicato su “Cell Metabolism“, identifica nuovi target per lo sviluppo di un trattamento farmacologico per l’obesità e il diabete di tipo 2.

Pubblicità e progresso

I doppi agonisti che prendono di mira i recettori per il peptide simile al glucagone 1 (GLP-1) e il polipeptide insulinotropico glucosio-dipendente (GIP) sono promettenti nuovi farmaci candidati per il trattamento dell’obesità e del diabete. Il nuovo studio mostra come il GIP riduce il peso corporeo. Il GIP è un ormone prodotto dal tratto digestivo. Dopo l’assunzione di cibo, il GIP stimola il rilascio di insulina e quindi abbassa i livelli di glucosio nel sangue. L’ormone ha anche un effetto sulla regolazione dell’appetito. Tuttavia, i meccanismi e gli organi attraverso i quali la GIP influisce sul peso corporeo sono sconosciuti. Fino ad ora, non era chiaro se il recettore GIP dovesse essere attivato o inibito per la riduzione del peso corporeo e quale ruolo gioca il cervello nell’effetto del GIP. “Lo scopo dei nostri studi era scoprire se il recettore GIP nel cervello gioca un ruolo speciale nell’azione di GIP”,

Il GIP riduce il peso corporeo attraverso l’inibizione dell’assunzione di cibo mediata dal cervello

I ricercatori sono stati in grado di dimostrare che la somministrazione di GIP riduce il peso corporeo e l’assunzione di cibo nei topi wild-type, ma non nei topi privi del recettore GIP nel sistema nervoso centrale.

L’ormone agisce su aree specifiche del cervello? Per rispondere a questa domanda, i ricercatori hanno studiato l’attività cerebrale dei topi con obesità indotta dalla dieta dopo che erano stati trattati con GIP. “Questo ha rivelato una maggiore attività neuronale nelle aree dell’ipotalamo associate al controllo dell’appetito”, ha detto il professor Christian Wolfrum dell’ETH di Zurigo. Gli autori concludono che la regolazione centrale dell’assunzione di cibo tramite GIP include anche l’attivazione di importanti neuroni nell’ipotalamo.

Nuovi obiettivi per lo sviluppo di un trattamento farmacologico per l’obesità e il diabete di tipo 2

Le nuove scoperte sono importanti anche per lo sviluppo del trattamento farmacologico per l’obesità e il diabete di tipo 2. I ricercatori dell’Helmholtz Zentrum München, insieme all’Università dell’Indiana, hanno sviluppato un nuovo approccio terapeutico per il diabete di tipo 2. Hanno combinato gli ormoni in una singola molecola che agiscono allo stesso modo sui recettori degli ormoni stimolatori di insulina GLP-1 e GIP. Il doppio agonista abbassa il peso corporeo e migliora i livelli di glucosio nel sangue1. I doppi agonisti GLP-1 / GIP sono già in studi clinici di fase 3. Studi clinici hanno dimostrato che GLP-1 / GIP riduce il peso corporeo in misura maggiore rispetto al trattamento con GLP-1 da solo.

Tuttavia, queste marcate differenze nella perdita di peso non sono state osservate nei topi privi del recettore GIP nel SNC, afferma il dottor Timo Müller, ultimo autore del nuovo studio e direttore ad interim dell’Istituto per il diabete e l’obesità. Qui, il doppio agonista GLP-1 / GIP e la somministrazione di GLP-1 riducono ugualmente il peso corporeo. “La nostra ricerca mostra per la prima volta che il doppio agonista GLP-1 / GIP richiede il recettore GIP nel cervello per ridurre il peso corporeo e l’assunzione di cibo”, ha affermato il dottor Müller, ricercatore DZD. “Questi risultati possono aiutare nello sviluppo di nuovi bersagli farmacologici che migliorano la segnalazione e l’effetto del recettore GIP. Questo potrebbe aiutare ad aumentare ulteriormente i benefici metabolici del trattamento con GIP e GLP-1 / GIP”.

Pubblicazione originale:

Qian Zhang et al .: Il polipeptide insulinotropico glucosio-dipendente (GIP) regola il peso corporeo e l’assunzione di cibo tramite la segnalazione CNS-GIPR. Metabolismo cellulare . DOI: https: / doi. org / 10. 1016 / j. cmet. 2021. 01. 015