Complicanze varie/eventuali

Il test dello sperma per posta altrettanto affidabile nel predire la fertilità al pari di quello fatto in ambito clinico

Mary Samplaski, MD, è uno specialista dell’infertilità maschile con Keck Medicine della USC e ricercatore principale dello studio.

Lo studio Keck Medicine della USC mostra che lo sperma può essere accuratamente testato fino a 52 ore dopo essere stato raccolto, offrendo agli uomini una maggiore flessibilità nel modo in cui forniscono i campioni di sperma

LOS ANGELES – Circa il 15% delle coppie lotta con l’infertilità. Quando le coppie non riescono a concepire, le linee guida raccomandano che sia l’uomo che la donna si sottopongano a una valutazione tandem della fertilità.

Pubblicità e progresso

Per gli uomini, ciò include la fornitura di almeno un campione di sperma, che viene analizzato per determinare se ci sono fattori che riducono le possibilità degli spermatozoi di fecondare un uovo.

L’attuale gold standard della valutazione della fertilità dello sperma richiede che gli uomini forniscano un campione di sperma in un laboratorio o in una clinica, che viene poi esaminato entro un’ora. Dopo un’ora, lo sperma inizia a morire ei risultati non sono più accurati.

Tuttavia, un nuovo studio della Keck Medicine della USC sfida questa tempistica ristretta, dimostrando che un kit di test per posta a casa può testare accuratamente lo sperma fino a 52 ore dopo che il campione è stato somministrato, nonostante la degradazione dello sperma. Lo studio è stato pubblicato su Fertility and Sterility.

“Questo è un punto di svolta per gli uomini perché significa che non devono più entrare in un laboratorio o in una clinica per fornire un campione, un’esperienza che alcuni trovano snervante e stimolante”, ha affermato Mary Samplaski, MD , specialista dell’infertilità maschile con Keck Medicine e ricercatore capo dello studio. “Ciò consente agli uomini di ottenere risultati di fertilità maschile estremamente accurati fornendo al contempo il campione dalla comodità della propria casa”.

Tale flessibilità nell’inviare un esemplare piuttosto che consegnarne uno nell’ufficio di un fornitore è ancora più importante a causa della pandemia COVID-19. “Alcuni laboratori sono stati chiusi e le persone potrebbero essere riluttanti a visitare una clinica in questo momento”, ha aggiunto.

Con l’obiettivo di rendere il test dello sperma più accessibile, Samplaski e colleghi hanno confrontato l’accuratezza di un nuovo sistema di analisi dello sperma a domicilio, per posta, con quella del test dello sperma in ufficio di un’ora.

Mentre altri test a casa sono stati sviluppati nel corso degli anni, non hanno avuto successo, ha detto Samplaski. Questo nuovo sistema di test, sviluppato nel 2019 con il feedback degli urologi della fertilità, è stato selezionato per lo studio perché contiene una soluzione unica che promette di misurare i risultati freschi del campione per giorni, anche dopo che lo sperma si è degradato.

Per lo studio, i ricercatori hanno raccolto più campioni di sperma da 164 uomini e li hanno analizzati utilizzando il test di un’ora. Hanno valutato il campione per il numero di spermatozoi, la forma e la motilità (la capacità dello sperma di muoversi attraverso il tratto riproduttivo della donna per fecondare l’ovulo).

Successivamente, i ricercatori hanno aggiunto la soluzione di conservazione del kit per posta ai campioni, rianalizzando lo sperma quattro volte durante un periodo di 52 ore da quando sono stati somministrati i campioni. (Mentre normalmente un campione inviato per posta che va a un laboratorio impiegherebbe 24 ore per raggiungere la sua destinazione, i ricercatori volevano testare i limiti del kit in caso di ritardo postale).

I campioni sono stati anche esposti a una gamma di temperature che imitavano i diversi climi che un campione potrebbe dover sopportare quando spedito da qualsiasi parte degli Stati Uniti.

Alla fine del confronto, i ricercatori hanno scoperto che i campioni inviati per posta erano in grado di analizzare la qualità dello sperma con una precisione quasi perfetta rispetto ai campioni freschi.

“In sostanza, non c’era differenza nei risultati”, ha detto Samplaski. “Sebbene questo studio fosse di portata limitata, i risultati rendono il sistema di posta in arrivo un’opzione affidabile da considerare per l’uso clinico di routine nella valutazione dello sperma”.

Raccomanda alle coppie che soffrono di infertilità di chiedere ai loro medici di testare lo sperma per posta.

“Più opzioni ha una coppia nella cura della fertilità, meglio è”, ha detto. “Rendere più facili i test di valutazione fa andare avanti le coppie e alla fine migliora le loro possibilità di concepimento”.

###

Per ulteriori informazioni su Keck Medicine della USC, visitare news.KeckMedicine.org