Complicanze varie/eventuali

I cinesi possono essere più suscettibili ai rischi per la salute legati all’obesità rispetto ad altri gruppi razziali ed etnici

buddha, statue, pond

Photo by Silentpilot on Pixabay

WASHINGTON – I cinesi hanno maggiori probabilità di affrontare la pressione alta e altri rischi per la salute a causa di un indice di massa corporea (BMI) e circonferenza della vita più elevati rispetto alle persone di altri gruppi razziali ed etnici, secondo un nuovo studio pubblicato su Endocrine Society’s Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism.

Si stima che oltre 2,1 miliardi di adulti abbiano l’obesità, che è una malattia cronica dovuta all’eccesso di grasso corporeo. Gli operatori sanitari possono diagnosticare l’obesità utilizzando un numero chiamato indice di massa corporea. Le persone con obesità hanno maggiori probabilità di sviluppare gravi complicazioni di salute come diabete, ipertensione e malattie cardiache, e questi rischi differiscono tra le varie razze ed etnie.

Pubblicità e progresso

“Il nostro studio ha dimostrato che gli adulti cinesi erano più suscettibili agli effetti dell’obesità generale e dell’accumulo di grasso addominale sulla pressione sanguigna e sui trigliceridi rispetto a quelli di altre popolazioni razziali ed etniche”, ha detto l’autore dello studio Weiqing Wang, MD, Ph.D., del Shanghai Jiaotong University School of Medicine di Shanghai, Cina. “Queste differenze razziali ed etniche nella suscettibilità dei problemi di salute legati all’obesità dovrebbero essere notate durante lo screening per le persone ad alto rischio che utilizzano BMI e circonferenza della vita”.

I ricercatori hanno analizzato un totale di 126.284 partecipanti da un importante studio nazionale cinese e dal National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES) negli Stati Uniti e hanno confrontato i fattori di rischio cardiometabolico tra diverse razze ed etnie. Hanno scoperto che gli adulti cinesi sono più colpiti dai rischi legati all’obesità come l’ipertensione rispetto ai neri, ai bianchi e ai messicani americani.

Altri autori dello studio includono: Ruizhi Zheng, Mian Li, Min Xu, Jieli Lu, Tiange Wang, Meng Dai, Di Zhang, Yuhong Chen, Zhiyun Zhao, Shuangyuan Wang, Hong Lin, Yufang Bi, Yu Xu e Guang Ning del Scuola di Medicina dell’Università di Shanghai Jiaotong.

Il manoscritto ha ricevuto finanziamenti dal Ministero della Scienza e della Tecnologia della Repubblica Popolare Cinese, dalla National Natural Science Foundation of China, dal governo municipale di Shanghai, dal Shanghai Shen Kang Hospital Development Center e dalla Shanghai Jiao Tong University School of Medicine.