Mangiare e bere

Come uno stile di vita sano può migliorare i profili di colesterolo

heart, shape, stethoscope

Photo by 472301 on Pixabay

La combinazione di interventi sullo stile di vita sano può migliorare i profili di colesterolo degli individui in modi diversi ma complementari agli effetti dei farmaci che abbassano il colesterolo

La combinazione di interventi sullo stile di vita sano riduce le malattie cardiache attraverso effetti benefici su diverse lipoproteine ??e colesteroli associati, secondo uno studio pubblicato il 9 febbraio su eLife.

Pubblicità e progresso

Avere uno stile di vita sano è stato a lungo associato a un minor rischio di sviluppare malattie cardiache. Il nuovo studio fornisce informazioni più dettagliate su come stili di vita sani migliorano il colesterolo e suggerisce che la combinazione di farmaci per abbassare il colesterolo e interventi sullo stile di vita può produrre i maggiori benefici per la salute del cuore.

Farmaci per abbassare il colesterolo come le statine aiutano a ridurre i rischi per il cuore abbassando i livelli di colesterolo delle lipoproteine ??a bassa densità (LDL), il cosiddetto colesterolo “cattivo”. È stato anche dimostrato che interventi su uno stile di vita sano, compreso l’esercizio fisico regolare, una dieta sana, la riduzione del consumo di alcol e il mantenimento di un peso sano, riducono le LDL e aumentano il colesterolo “sano” delle lipoproteine ??ad alta densità (HDL).

“Fino ad ora, nessuno studio ha confrontato gli effetti ipolipemizzanti dei farmaci per abbassare il colesterolo e gli interventi sullo stile di vita sano fianco a fianco”, afferma l’autore principale Jiahui Si, ricercatore postdoctoral presso il Dipartimento di epidemiologia presso la Harvard TH Chan School of Public Health, Boston, Massachusetts, Stati Uniti.

Per colmare questa lacuna, Si e colleghi hanno utilizzato una tecnica chiamata spettroscopia di risonanza magnetica nucleare mirata per misurare 61 diversi marcatori lipidici in campioni di sangue da 4.681 partecipanti alla China Kadoorie Biobank, inclusi casi di ictus, malattia coronarica e individui sani. Hanno studiato i marcatori lipidici nel sangue dei partecipanti che avevano più abitudini di vita sane e li hanno confrontati con quelli dei partecipanti con abitudini meno sane. Hanno trovato 50 marcatori lipidici associati a uno stile di vita sano.

Quando il team ha esaminato un sottogruppo di 927 individui che avevano una malattia coronarica nei successivi 10 anni e 1.513 individui sani, hanno trovato 35 marcatori lipidici che mostravano effetti di mediazione statisticamente significativi nel percorso da stili di vita sani alla riduzione delle malattie cardiache. Insieme, gli effetti benefici combinati dei cambiamenti lipidici associati a pratiche di stile di vita sano erano collegati a un rischio ridotto del 14% di malattie cardiache. In particolare, i livelli di lipoproteine ??a densità molto bassa (VLDL) e HDL nel sangue erano collegati ai benefici di protezione del cuore di stili di vita sani.

“Utilizzando una tecnica di punteggio genetico, abbiamo potuto confrontare l’effetto dei farmaci per abbassare il colesterolo con quello dello stile di vita fianco a fianco nei partecipanti allo studio”, afferma l’autore co-senior Liming Liang, Professore associato di Genetica statistica presso il Dipartimento di Epidemiologia di Harvard TH Chan School of Public Health. “La nostra analisi ha confermato che i farmaci per abbassare il colesterolo avrebbero l’effetto atteso nell’abbassare il colesterolo LDL, ma questo è molto più debole rispetto all’effetto di comportamenti sani sul colesterolo VLDL che aumenta anche il rischio di malattie cardiache”.

Nel complesso, hanno scoperto che l’assunzione di farmaci per abbassare il colesterolo e il coinvolgimento in più stili di vita sani aiuterebbe probabilmente le persone a ottenere i maggiori benefici di protezione del cuore a causa degli effetti complementari dei farmaci e dei comportamenti sani.

“Gli interventi sullo stile di vita e i farmaci ipolipemizzanti possono influenzare diversi componenti del profilo lipidico, suggerendo che non sono strategie ridondanti ma potrebbero essere combinati per migliorare i benefici”, conclude l’autore co-senior Jun Lv, Professore presso il Dipartimento di Epidemiologia e Biostatistica presso il School of Public Health, Peking University Health Science Center, Pechino, Cina.


A proposito di eLife

eLife è un’organizzazione senza scopo di lucro creata da finanziatori e guidata da ricercatori. La nostra missione è accelerare la scoperta gestendo una piattaforma per la comunicazione della ricerca che incoraggia e riconosce i comportamenti più responsabili. Miriamo a pubblicare lavori dei più alti standard e importanza in tutte le aree della biologia e della medicina, tra cui epidemiologia e salute globale, genetica e genomica, esplorando nuovi modi creativi per migliorare il modo in cui la ricerca viene valutata e pubblicata. eLife riceve supporto finanziario e guida strategica dall’Howard Hughes Medical Institute, dalla Knut and Alice Wallenberg Foundation, dalla Max Planck Society e da Wellcome. Ulteriori informazioni su https: / elifesciences. org / about .

Per leggere l’ultima ricerca sull’epidemiologia e la salute globale pubblicata su eLife, visita https: / elifesciences. org / soggetti / epidemiology-global-health .

E per le ultime novità in materia di genetica e genomica, vedere https: / elifesciences. org / soggetti / genetica-genomica .