Compliance

La forma del corpo, oltre al peso, guida lo stigma del grasso per le donne

Pubblicità e progresso

stigma word written on wood block. stigma text on table, concept

La forma del corpo di una donna – non solo la quantità di grasso – è ciò che guida lo stigma associato al sovrappeso e all’obesità.

Pubblicità e progresso

Lo stigma del grasso è una forma di pregiudizio socialmente accettabile che contribuisce a scarsi risultati medici e influisce negativamente sulle opportunità educative ed economiche. Ma un nuovo studio ha scoperto che non tutte le forme del corpo in sovrappeso e obese sono ugualmente stigmatizzate. Scienziati dell’Arizona State University e dell’Oklahoma State University hanno dimostrato che le donne con grasso addominale intorno al tronco sono più stigmatizzate di quelle con grasso gluteofemorale su fianchi, glutei e cosce. Il lavoro sarà pubblicato il 17 febbraio su Social Psychology and Personality Science.

“Lo stigma del grasso è pervasivo, doloroso e si traduce in enormi costi per la salute mentale e fisica per gli individui”, ha detto Jaimie Arona Krems, assistente professore di psicologia all’OSU e primo autore dell’articolo. “Abbiamo scoperto che anche quando le donne hanno la stessa altezza e peso, sono state stigmatizzate in modo diverso – e questo è stato determinato dal fatto che portassero grasso addominale o gluteofemorale. Infatti, in un caso, le persone stigmatizzano le donne obese con grasso gluteofemorale più che oggettivamente più piccolo donne con grasso addominale. Questa scoperta suggerisce che la forma del corpo a volte è anche più importante delle dimensioni complessive nel guidare lo stigma del grasso “.

La posizione del grasso sul corpo determina la forma del corpo ed è associata a diverse funzioni biologiche e risultati di salute. Il grasso gluteofemorale nelle giovani donne può indicare la fertilità, mentre il grasso addominale può accompagnare esiti negativi sulla salute come il diabete e le malattie cardiovascolari.

“Quando le persone cercano di capire come sono gli altri e quali caratteristiche possiedono, spesso si affidano a indizi facilmente visibili per fare le loro ipotesi migliori. Sappiamo da molto tempo che le persone usano il peso come tale indizio. Considerato questo diverso i grassi, in diverse parti del corpo, sono associati a risultati diversi, volevamo esplorare se le persone usassero anche sistematicamente la forma del corpo come indizio “, ha detto Steven Neuberg, coautore dello studio e Professore della Fondazione e Presidente del Dipartimento ASU di psicologia.

Per testare come la posizione del grasso sul corpo influisse sullo stigma, il team di ricerca ha creato illustrazioni di corpi sottopeso, peso medio, sovrappeso e obesi che variavano sia per dimensioni che per forma. Le illustrazioni di corpi di peso superiore avevano grasso gluteofemorale o addominale.

I partecipanti allo studio hanno stigmatizzato le donne obese più delle donne in sovrappeso e anche le donne in sovrappeso più delle donne di peso medio. Ma le donne in sovrappeso che pesavano lo stesso erano meno stigmatizzate quando portavano grasso gluteofemorale rispetto a quando portavano grasso addominale. Questo stesso schema vale per le donne con obesità, suggerendo che la forma del corpo, oltre alle dimensioni complessive del corpo, guida la stigmatizzazione.

Il team di ricerca ha anche testato l’impatto della forma del corpo nel guidare lo stigma in diverse etnie e culture. Bianchi e neri americani, e anche partecipanti in India, hanno tutti mostrato lo stesso schema di stigmatizzazione delle donne portatrici di grasso addominale.

“I risultati di questo studio probabilmente non sono sorprendenti per la maggior parte delle donne, che hanno a lungo parlato dell’importanza della forma, o per chiunque abbia letto un articolo di una rivista sul ‘vestirsi per la propria forma’ che classifica le forme del corpo come mele, pere, clessidre e simili “, ha detto Krems. “Poiché le teorie non si sono concentrate sulla forma del corpo, non abbiamo testato la sua importanza e abbiamo perso per un po ‘di tempo uno dei principali fattori di stigma del grasso. È importante mettere i dati su questa idea in modo da poter migliorare gli interventi per le persone con sovrappeso e obesità “.

Categorie:Compliance

Con tag:,,

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.