Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale

Diabete in Guardian!

Mother and child walking hand in hand

Photo by Monet on Adobe Stock

Penultimo reportage della mia esperienza di percorso con il nuovo sistema closed loop hybrid Medtronic 780G.

Il quadro complessivo continua ad essere buon, per non dire ottimo, problematiche particolari da riportare non ve ne sono e nel suo insieme la media glicemica del periodo di analisi o TIR, che non è un camion con rimorchio ma bensì l’acronimo di Time In Range (un mese), si attesta sull’85%.

Pubblicità e progresso

Pertanto, posso affermare che il mio diabete è in guardia, anzi in Guardian 3 per stare sull’ironico e prendendo spunto dal nome dell’algoritmo e sensore con il quale il sistema corregge l’iperglicemia e previene l’ipoglicemia.

Ad aprile quando farò la prima visita di controllo del 2021 per il diabete (in presenza o telemedicina è da vedere) sarà il momento per tirare le somme della fase di test, ma intanto due note generali desidero farle uscendo dalla sfera personale.

La prima riguarda l’importanza della conta dei carboidrati combinata con l’utilizzo del 780G, e un problema rappresentato dall’affidabilità dei valori nutrizionali riportati nelle etichette dei prodotti confezionati e in distribuzione per la vendita in bottega o nei centri commerciali. Siccome riportare dati errati comporta effetti pesanti sul calcolo del dosaggio e infusione dell’insulina, con conseguenze pericolose per il diabetico, credo sia giunto il momento che le autorità sanitarie competenti svolgano una reale attività di vigilanza nel settore, perché le app per smartphone e simili non bastano a reggere la gestione dei dati se a monte gli stessi forniti, da marchi non di nicchia ma di calibro nella filiera alimentare, sono sbagliati.

Infine per le prossime versioni dei sistemi di pancreas artificiale suggerirei ai produttori di creare dei profili di allarme personalizzati in base alle fasce d’età: perché a me che vado per i 60 anni svegliarmi alle 5 del mattino perché il Guardian richiede una calibrazione di controllo col sangue capillare non rompe più di tanto, ma ad un ventenne credo di sì.

Buon diabete a tutti, e con il 780G si viaggia alla grande!