Mangiare e bere

il digiuno nell’adulto con diabete tipo 1 è fattibile?

hunger, hungry, eating

Photo by RyanMcGuire on Pixabay

Il digiuno di sette giorni come intervento complesso multimodale per adulti con diabete di tipo 1: fattibilità, beneficio e sicurezza in uno studio pilota controllato

Il digiuno intermittente e quello prolungato ricevono una notevole attenzione e appaiono favorevoli in condizioni come la sindrome metabolica, il diabete di tipo 2 e le malattie reumatiche. Il digiuno per le persone con diabete di tipo 1 (T1D) è generalmente considerato troppo rischioso. Tuttavia, la capacità e la possibilità di passare dalla fornitura di carburante a base di carboidrati a quella di chetoni potrebbe essere rilevante per le persone con T1D. Lo scopo di questa ricerca condotta dal paziente era di indagare la fattibilità, il beneficio e la sicurezza di un intervento di digiuno multimodale 7-d in individui con T1D.

Pubblicità e progresso

Questo è stato uno studio pilota controllato non randomizzato, con 20 partecipanti con T1D e 10 senza la malattia. L’acquisizione dei dati è avvenuta prima, dopo e 4 mesi dopo l’intervento e quotidianamente durante l’intervento.

Risultati: degli individui con T1D, 19 hanno finito il digiuno. Un beta-idrossibutirrato medio come corpo chetonico rappresentativo è aumentato a 2,8 ± 1,9 mmol / L il giorno 7; mentre il glucosio medio è rimasto tra 4,9 (± 1,5) e 7,5 (± 2,3) mmol / L (89 ± 27 e 136 ± 40 mg / dL). La dose media giornaliera di insulina è stata aggiustata da 24,4 (3-50) UI il giorno prima del digiuno a 7,6 (0-26,7) UI il giorno 7. Qualità della vita (OMS-5) normalizzata da 54 (± 4,4) a 68,8 (± 15; P = 0,01) dopo il digiuno. C’è stata una diminuzione dapprima fino al follow-up 4 mesi dopo del peso da 77,6 (± 20,4) a 76,6 (± 20,9) kg (P = 0,023) e per l’indice di massa corporea da 27,68 (± 7,04) a 26,74 (± 7,15 ) kg / m 2(P = 0,008). La pressione sanguigna diastolica è aumentata da 69,75 (± 11,41) a 75,74 (± 8,42) mm Hg (P = 0,028) ed è rimasta in media in un intervallo sano. Gli effetti collaterali legati al digiuno erano tutti temporanei e leggermente più prevalenti nei soggetti con diabete di tipo 1 rispetto al gruppo di riferimento.

Conclusioni: questo studio ha dimostrato la fattibilità, i vantaggi e gli aspetti di sicurezza di un digiuno 7 giorni negli adulti con T1D.

Studio condotto in Germania e diretto dal Centro ambulatoriale per il diabete, Witten.

Studio pubblicato in Nutrition il 26 febbraio 2021.