Sport e movimento

L’importanza dell’esercizio fisico quando si ha il diabete

Per le persone che hanno il diabete, o quasi qualsiasi altra malattia, del resto, i benefici dell’esercizio fisico non possono essere sopravvalutati. L’esercizio fisico aiuta a controllare il peso, abbassare la pressione sanguigna, abbassare il colesterolo LDL e i trigliceridi dannosi, aumentare il colesterolo HDL sano, rafforzare i muscoli e le ossa, ridurre l’ansia e migliorare il benessere generale. Ci sono ulteriori vantaggi per le persone con diabete: l’esercizio abbassa i livelli di glucosio nel sangue e aumenta la sensibilità del tuo corpo all’insulina, contrastando la resistenza all’insulina.

Molti studi sottolineano questi e altri benefici derivanti dall’esercizio fisico. Di seguito sono riportati alcuni punti salienti di questi risultati:

Pubblicità e progresso
  • L’esercizio ha abbassato i valori di HbA1c di 0,7 punti percentuali in persone di diversi gruppi etnici con diabete che assumevano farmaci diversi e seguivano una varietà di diete, e questo miglioramento si è verificato anche se non hanno perso peso.
  • Tutte le forme di esercizio, aerobico, di resistenza o entrambe (allenamento combinato), erano ugualmente efficaci nell’abbassare i valori di HbA1c nelle persone con diabete.
  • L’allenamento di resistenza e l’esercizio aerobico hanno entrambi contribuito a ridurre la resistenza all’insulina negli anziani precedentemente sedentari con obesità addominale a rischio di diabete. La combinazione dei due tipi di esercizio si è rivelata più vantaggiosa rispetto a farne una da sola.
  • Le persone con diabete che camminavano almeno due ore alla settimana avevano meno probabilità di morire di malattie cardiache rispetto alle loro controparti sedentarie, e quelle che facevano esercizio da tre a quattro ore alla settimana riducevano ulteriormente il rischio.
  • Le donne con diabete che trascorrevano almeno quattro ore alla settimana facendo esercizio moderato (incluso camminare) o esercizio fisico intenso avevano un rischio inferiore del 40% di sviluppare malattie cardiache rispetto a quelle che non facevano esercizio. Questi benefici persistevano anche dopo che i ricercatori si aggiustarono per fattori confondenti, tra cui BMI, fumo e altri fattori di rischio di malattie cardiache.

In generale, il momento migliore per fare esercizio è da una a tre ore dopo aver mangiato, quando è probabile che il livello di zucchero nel sangue sia più alto. Se usi l’insulina, è importante testare il livello di zucchero nel sangue prima di fare esercizio. Se il livello prima dell’esercizio è inferiore a 100 mg / dL, mangiare un frutto o fare un piccolo spuntino lo aumenterà e ti aiuterà a evitare l’ipoglicemia. Un nuovo test 30 minuti dopo mostrerà se il livello di zucchero nel sangue è stabile. È anche una buona idea controllare il livello di zucchero nel sangue dopo un allenamento o un’attività particolarmente estenuante. Se stai assumendo insulina, il rischio di sviluppare ipoglicemia può essere più alto da sei a 12 ore dopo l’esercizio. Gli esperti mettono in guardia anche dall’esercizio fisico se il livello di zucchero nel sangue è troppo alto (oltre 250), perché l’esercizio a volte può aumentare lo zucchero nel sangue anche più in alto.

A causa dei pericoli associati al diabete, indossa sempre un braccialetto di allerta medica che indichi che hai il diabete e se stai assumendo insulina. Tieni con te anche caramelle dure o compresse di glucosio durante l’allenamento, nel caso in cui il livello di zucchero nel sangue diminuisca rapidamente.