Comunicazione

La vaccinazione fa scuola, anzi no

Floral alphabet, letters set with watercolor leaf. Monogram initials perfectly for wedding invitations, greeting card, logo, poster and other design. Holiday design hand painting.

Photo by Larisa on Adobe Stock

L’Italia è un paese di opinionisti a tutto campo, e anche da noi la medicina e la scienza sono un’opinione e lo erano anche prima dell’avvento di internet e dei social media: bastava acquistare o leggere a scrocco dalla parrucchiera o dal barbiere, come nell’anticamera del medico curante, riviste come Novella 2000, Eva Express e simili per farsi una opinione e creare discussione nell’attesa della permanente , tosatura e visita di cui sopra.

Ma torniamo a noi e all’argomento riportato in oltre 300 articoli presenti nel blog: vaccinazione/vaccinazioni. Chi scrive non ha avuto la possibilità di fare il vaccino antinfluenzale lo scorso autunno/inverno, come riportato in questi post, a causa delle inefficienze organizzative e di approvvigionamento del sistema sanitario e dell’impossibilità di reperirlo per altre vie.

Pubblicità e progresso

https://ilmiodiabete.com/2020/11/06/hasta-la-vista-baby/

https://ilmiodiabete.com/2020/12/18/ciaoprevenzione-tra-vanita-e-sostanza-cosa-resta-della-salute/

https://ilmiodiabete.com/2020/12/27/in-stato-di-avanzata-decomposizione/

https://ilmiodiabete.com/2020/12/29/prima-che-abbassi-lo-sguardo-e-che-passi-la-voglia-leggiti-una-piccola-storia/

https://ilmiodiabete.com/2020/12/30/il-guastafeste-il-primo-lunico/

https://ilmiodiabete.com/2021/01/02/si-ai-vaccini-no-ai-vaticini/

https://ilmiodiabete.com/2021/01/07/influenza-lappello-di-susanna-esposito-vaccinarsi-per-ridurre-il-carico-sugli-ospedali/

COVID-19

Nonostante il mio essere diabetico tipo 1 “fragile”, ovvero con la presenza contemporanea di altre patologie e complicanze non solo non ho avuto la copertura vaccinale per l’influenza ma aspetto quella per il COVID-19. Nonostante i diversi post pubblicati, condivisi sui profili social e comunicati stampa inviati, nessuno mi ha mai risposto.

Poi in questi giorni a Bologna è sorta una querelle circa una insegnante diabetica tipo 1

“Io, insegnante senza vaccino perché diabetica – Lo sfogo di una docente a cui il medico ha spiegato che non rientra «nei casi indicati” – riportato dal Corriere di Bologna del 21 febbraio 21.

E relativa presa di posizione dei sindacati di categoria

Covid. Sindacati:“Siamo in ritardo. Vaccinare subito tutto il personale scolastico, la scuola deve tornare in sicurezza e in presenza”.

Resta il dato di fatto che manca la fornitura vaccinale per la relativa copertura, questa mancanza riguarda ancora una buona parte di soggetti “fragili”, e allo stesso modo non ci sono garanzie al riguardo, così come non ho visto una presa di posizione incisiva da parte dei soggetti che, “dovrebbero”, tutelare e sostenere i cittadini malati, e ogni anno pubblicano dei bellissimi report sullo stato di salute del paese e altre cifre snocciolate non si sa da quali banche dati.

Dato che mi è stato chiesto di prendere posizione sul tema, cosa fatta ma che torno a fare anche in questa occasione, riporto le dichiarazioni rese note dai medici diabetologi, prima USA e poi made in Italy sulla vaccinazione COVID-19.

https://ilmiodiabete.com/2021/02/18/diabete-e-vaccinazione-anti-covid-ecco-le-ragioni-di-una-scelta-necessaria-e-salva-vita/

https://ilmiodiabete.com/2021/01/29/vaccinazione-anti-sars-cov-2-prioritaria-per-le-persone-con-diabete/

https://ilmiodiabete.com/2021/01/22/influenza-e-infezioni-ancora-bassa-la-copertura-vaccinale-nei-malati-diabetici/

https://ilmiodiabete.com/2020/12/04/i-ricercatori-sollecitano-la-vaccinazione-prioritaria-per-le-persone-con-diabete/

https://ilmiodiabete.com/2020/11/06/hasta-la-vista-baby/

Tirando le somme: noi diabetici e sudditi (perché la definizione cittadini è impropria allo stato delle cose) oltre a mantenere una posizione supina nel contesto globale, alla fine non contiamo niente nel bene e nel male.

E per chiudere cito con citazione cinica ma purtroppo reale e attuale: “Un morto fa notizia, mille fanno statistica”. Stalin.

Categorie:Comunicazione

Con tag: