Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale

Aderenza e persistenza alla terapia insulinica nelle persone con diabete: impatto dell’ecosistema connesso alla somministrazione della penna per insulina

Il diabete è un problema di salute pubblica in aumento e l’insulina è il cardine per il trattamento del diabete di tipo 1. Nel trattamento del diabete di tipo 2, la terapia insulinica viene utilizzata dopo che gli agenti orali o iniettabili, come altri sono diventati inadeguati per ottenere il controllo glicemico. 

Nonostante i progressi nella terapia insulinica, la gestione del diabete rimane impegnativa. Numerosi studi hanno riportato una bassa aderenza e persistenza alla terapia insulinica, che funge da barriera al successo del controllo glicemico e della gestione del diabete. 

Pubblicità e progresso

Lo scopo di questo articolo di revisione mira è fornire una panoramica dell’aderenza e della persistenza alla terapia insulinica nelle persone con diabete e discutere l’impatto dell’emergere di un nuovo ecosistema connesso di penne per insulina, sistemi di monitoraggio del glucosio, telemedicina e mHealth sempre più sofisticati. sulla gestione del diabete. 

Con l’emergere di un ecosistema del diabete connesso, siamo entrati in un’era di somministrazione avanzata e personalizzata dell’insulina, che avrà il potenziale per migliorare l’autogestione del diabete e la gestione clinica. 

I primi sistemi promettono di sbloccare il potenziale per affrontare la mancata o ritardata somministrazione di insulina in bolo, il che dovrebbe aiutare a contrastare la non aderenza e la non persistenza. 

Nel tempo, i miglioramenti in questo ecosistema hanno il potenziale per combinare i dati dell’insulina con i dati contestualizzati dei pazienti precedentemente mancanti, inclusi i dati relativi a pasti, glucosio e attività per supportare decisioni cliniche personalizzate e, infine, rivoluzionare la terapia insulinica. 

A mio avviso, cento anni dopo la scoperta dell’insulina, la ricerca in ambito farmaceutico e la Eli Lilly and Company, che ha contribuito a questa revisione della materia, guardano e investono sul mercato dei device e il miglioramento degli attuali asset di produzione, piuttosto che sui percorsi rivolti alla terapia cellulare e immunoterapie.

Pubblicato il 5 marzo 2021 sulla rivista Journal of Diabetes Science and Technology.