Complicanze varie/eventuali

Prove convincenti mostrano che il diabete di tipo 2 è associato a un aumentato rischio di Parkinson

La ricerca della Queen Mary University di Londra ha concluso che il diabete di tipo 2 è associato a un aumento del rischio di malattia di Parkinson e che il diabete di tipo 2 può contribuire a una più rapida progressione della malattia nei pazienti con Parkinson

La ricerca della Queen Mary University di Londra ha concluso che esistono prove convincenti che il diabete di tipo 2 è associato a un aumento del rischio di malattia di Parkinson. Lo stesso studio ha scoperto che c’erano anche prove che il diabete di tipo 2 può contribuire a una più rapida progressione della malattia nei pazienti che hanno già il Parkinson.

Pubblicità e progresso

Il trattamento di persone con farmaci già disponibili per il diabete di tipo 2 può ridurre il rischio e rallentare la progressione del Parkinson. Può essere consigliabile lo screening e il trattamento precoce del diabete di tipo 2 nei pazienti con Parkinson.

Precedenti revisioni sistematiche e meta-analisi hanno prodotto risultati contrastanti sul legame tra diabete e rischio di malattia di Parkinson. Questo nuovo studio, pubblicato sul Movement Disorders Journal, ha utilizzato la meta-analisi dei dati osservativi e la meta-analisi dei dati genetici per valutare l’effetto del diabete di tipo 2 sul rischio e sulla progressione della malattia di Parkinson.

L’autore corrispondente, il dottor Alastair Noyce della Queen Mary University di Londra, ha dichiarato: “Questa ricerca riunisce i risultati di molti altri studi per fornire prove convincenti che il diabete di tipo 2 probabilmente influisce non solo sul rischio di Parkinson, ma anche sulla progressione del Parkinson. Ci sono molte strategie di trattamento per diabete di tipo 2, comprese le strategie di prevenzione, che possono essere riproposte per il trattamento del Parkinson “.

###

L’Unità di Neurologia Preventiva è finanziata da Barts Charity. I finanziamenti per i coautori provenivano dalla Michael J. Fox Foundation, dal Canadian Consortium on Neurodegeneration in Aging (CCNA), dal Canada First Research Excellence Fund (CFREF), da Parkinson Canada e dall’Intramural Research Program of the NIH, National Institute on Invecchiamento.

Maggiori informazioni

Documento di ricerca: “Diabete di tipo 2 come determinante del rischio e della progressione della malattia di Parkinson”. Harneek Chohan, Konstantin Senkevich, Radhika K Patel, Jonathan P Bestwick, Benjamin M Jacobs, Sara Bandres Ciga, Ziv Gan-Or, Alastair J Noyce. Diario dei disturbi del movimento , 2021.

https: / / movementdisorders. onlinelibrary. wiley. com / doi / abs / 10. 1002 / mds. 28551