Comunicazione

La MIT Press lancia MIT Open Publishing Services

Il nuovo modello di pubblicazione fornisce soluzioni uniche e tempestive per la produzione, la cura e la conservazione della conoscenza.

l MIT Press ha annunciato oggi il lancio di MIT Open Publishing Services, un’operazione di hosting e pubblicazione a marchio MIT incentrata sugli studiosi.

Pubblicità e progresso

MIT Open Publishing Services (MITops), in collaborazione con il suo partner Knowledge Futures Group, fornisce un portafoglio di servizi ai partner in linea con la missione, compreso il supporto alla revisione tra pari e lo sviluppo editoriale; redazione e progettazione di copie professionali; marketing e pubblicità; e hosting sulla piattaforma open source PubPub.

La stampa del MIT ritiene che il pieno potenziale delle infrastrutture gestite e possedute dalle istituzioni sarà realizzato accoppiando l’innovazione della tecnologia editoriale con incentivi economici che consentiranno all’accademia di rivendicare il mercato per le comunicazioni accademiche. “Questo modello accelererà il passaggio dalla crescente dipendenza dell’Accademia dai grandi fornitori di servizi di informazione multinazionali”, ha affermato Amy Brand, direttore ed editore del MIT Press. “Poiché siamo allineati alla missione con gli ambienti istituzionali che serviamo, possiamo soddisfare le esigenze di ricercatori, autori e lettori” dove si trovano “”.

Uno dei primi progetti pubblicati con il supporto del programma MITops è una nuova serie di studi di casi che esamina le sfide sociali, etiche e politiche degli sforzi attuali nel campo dell’informatica. Pubblicato come parte del programma trasversale di responsabilità sociale ed etica del computer (SERC) all’interno del MIT Stephen A. Schwarzman College of Computing e curato dai presidi associati David Kaiser e Julie Shah, la serie mira a facilitare lo sviluppo di abitudini “responsabili”. di mente e azione “per coloro che creano e distribuiscono tecnologie informatiche.

La serie inaugurale di casi della serie pone i lettori in vari contesti che li sfidano a considerare le implicazioni sociali ed etiche delle tecnologie informatiche, come il modo in cui sono costruiti i servizi di social media e gli strumenti di sorveglianza; le disparità razziali che possono derivare dall’utilizzo della tecnologia di riconoscimento facciale in contesti non regolamentati del mondo reale; i pregiudizi degli algoritmi di previsione del rischio nel sistema di giustizia penale; e la politicizzazione della raccolta dei dati. Nuove serie di casi di studio verranno pubblicate due volte l’anno sulla piattaforma PubPub.

“È stato un vero piacere lavorare con il team del MITops per lanciare la nostra nuova serie di casi studio del MIT ad accesso libero e peer-reviewed sulle responsabilità sociali ed etiche dell’informatica”, osserva David Kaiser, professore di storia della scienza di Germeshausen e professore di Fisica al MIT. “La piattaforma PubPub è facile da usare e incarna molti dei valori che miriamo a mettere in evidenza in SERC. Inoltre, il team di MITops è appassionato di consentire una pubblicazione accademica equa e accessibile, di trovare modi nuovi e sostenibili per condividere duramente conquistati conoscenza in generale. Sono entusiasta che il numero 1 sia ora disponibile e non vedo l’ora di lavorare con il team per il numero 2 e oltre. “

###

Per ulteriori informazioni su MITops, visitare https: / mitops. mit. edu . Per domande generali, inviare un’e -mail a mitopsinfo@mit.edu