Mangiare e bere

Scopriamo perché mangiare spesso fuori accorcia le aspettative di vita

Consumo frequente di pasti preparati fuori casa associato ad un aumentato rischio di morte

Il consumo molto frequente (due o più pasti al giorno) di pasti preparati fuori casa è significativamente associato a un aumento del rischio di mortalità per tutte le cause, riporta un nuovo studio nel Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics

Pubblicità e progresso

Filadelfia, 25 marzo 2021 – Mangiare fuori è un’attività popolare in tutto il mondo, ma sono state condotte poche ricerche sulla sua associazione con i risultati sulla salute. Gli investigatori hanno esaminato l’associazione tra mangiare fuori casa e rischio di morte e hanno concluso che mangiare fuori molto frequentemente è significativamente associato a un aumento del rischio di morte per tutte le cause, il che richiede ulteriori indagini. I loro risultati appaiono nel Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics , pubblicato da Elsevier.

Mangiare fuori è un’attività popolare. Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti ha recentemente stimato che l’apporto energetico giornaliero degli americani dal cibo fuori casa è aumentato dal 17% nel 1977-1978 al 34% nel 2011-2012. Allo stesso tempo, il numero di ristoranti è cresciuto costantemente e si prevede che le vendite dell’industria della ristorazione aumenteranno in modo significativo.

Sebbene alcuni ristoranti forniscano cibi di alta qualità, la qualità dietetica dei pasti fuori casa, in particolare dalle catene di fast-food, è solitamente inferiore rispetto ai pasti cucinati a casa. Le prove hanno dimostrato che i pasti fuori casa tendono ad essere più densi di energia, grassi e sodio, ma più bassi in frutta, verdura, cereali integrali e nutrienti protettivi come fibre alimentari e antiossidanti.

“Le prove emergenti, sebbene ancora limitate, suggeriscono che mangiare fuori frequentemente è associato a un aumento del rischio di malattie croniche, come obesità e diabete e biomarcatori di altre malattie croniche”, ha spiegato il ricercatore capo Wei Bao, MD, PhD, assistente professore, Epidemiologia, College of Public Health, University of Iowa, Iowa City, IA, USA. “Tuttavia, si sa poco dell’associazione tra il consumo di pasti fuori casa e il rischio di mortalità.

Gli investigatori hanno analizzato i dati delle risposte ai questionari somministrati durante le interviste familiari faccia a faccia di 35.084 adulti di età pari o superiore a 20 anni che hanno partecipato al National Health and Nutritional Examination Survey 1999-2014. Gli intervistati hanno riferito le loro abitudini alimentari, inclusa la frequenza di consumare pasti preparati fuori casa. “Abbiamo collegato questi record ai record di morte fino al 31 dicembre 2015, esaminando in particolare la mortalità per tutte le cause, la mortalità cardiovascolare e la mortalità per cancro”, ha osservato il primo autore Yang Du, MD, PhD candidate, Department of Epidemiology, College of Public Health, University of Iowa, Iowa City, IA, USA.

Durante 291.475 anni-persona di follow-up, si sono verificati 2.781 decessi, inclusi 511 decessi per malattie cardiovascolari e 638 decessi per cancro. Dopo l’adeguamento per età, sesso, razza / etnia, stato socioeconomico, fattori dietetici e di stile di vita e indice di massa corporea, il rapporto di rischio di mortalità tra i partecipanti che hanno mangiato pasti preparati fuori casa molto frequentemente (due o più pasti al giorno) rispetto a coloro che mangiavano raramente pasti preparati fuori casa (meno di un pasto a settimana) erano 1,49 (95% CI 1,05-2,13) ??per la mortalità per tutte le cause, 1,18 (95% CI 0,55-2,55) per la mortalità cardiovascolare e 1,67 (95 % CI da 0,87 a 3,21) per la mortalità per cancro.

“I nostri risultati da questo ampio campione rappresentativo a livello nazionale di adulti statunitensi mostrano che il consumo frequente di pasti preparati fuori casa è significativamente associato a un aumento del rischio di mortalità per tutte le cause”, ha commentato il dott. Du.

“Questo è uno dei primi studi per quantificare l’associazione tra mangiare fuori casa e mortalità”, ha concluso il dottor Bao. “I nostri risultati, in linea con studi precedenti, supportano il fatto che mangiare fuori frequentemente è associato a conseguenze negative per la salute e può informare le future linee guida dietetiche per raccomandare di ridurre il consumo di pasti preparati fuori casa”.

“Il messaggio da portare a casa è che il consumo frequente di pasti preparati fuori casa potrebbe non essere una sana abitudine. Invece, le persone dovrebbero essere incoraggiate a prendere in considerazione la preparazione di più pasti a casa”, hanno concluso gli investigatori.

Sono ancora necessari studi futuri per esaminare più da vicino l’associazione del mangiare fuori casa con la morte per malattie cardiovascolari, cancro, demenza e altre malattie croniche.

“È importante notare che il disegno dello studio per questa ricerca esamina le associazioni tra la frequenza dei pasti preparati fuori casa e la mortalità. Pur incoraggiando i clienti a considerare la preparazione di pasti sani a casa, i nutrizionisti dietisti registrati potrebbero anche concentrarsi su come le selezioni dai menu dei ristoranti può essere salutare. Adattare le strategie a ciascun cliente esaminando i menu dei ristoranti che frequentano può aiutarli a fare scelte alimentari sane “, ha aggiunto la co-ricercatrice Linda G. Snetselaar, PhD, RDN, LD, FAND, professore e presidente, Preventive Nutrition Education, Dipartimento di Epidemiologia, College of Public Health, University of Iowa, Iowa City, IA, USA, e redattore capo del Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics.

Categorie:Mangiare e bere

Con tag:,,