Assistenza sociosanitaria

I ricercatori sviluppano uno strumento per semplificare le diagnosi per i bambini che devono affrontare complessità mediche

Lo sforzo di UMass Lowell, Children’s Hospital mira a ridurre i ricoveri e le sofferenze

LOWELL, Mass. – Troppo spesso, sostiene la ricercatrice della facoltà di UMass Lowell Brenna Morse, i bambini con condizioni mediche croniche complesse trascorrono giorni in ospedale a sottoporsi a test per quella che potrebbe essere una semplice diagnosi.

Pubblicità e progresso

Le sfide includono, dice, alcuni bambini con complessità mediche, come gravi condizioni neurologiche e menomazioni funzionali, non possono facilmente segnalare che stanno soffrendo o nel punto in cui si trova nel loro corpo. Laddove i bambini che non affrontano una tale sfida potrebbero essere in grado di risolvere un problema medico con una semplice visita al loro medico di base, altri finiscono per essere ricoverati in ospedale e attraversano giorni di test costosi per arrivare a diagnosi simili.

Morse, un laureato UMass Lowell e attuale infermiera di bambini con condizioni complesse che è stato un membro della facoltà della Solomont School of Nursing dal 2015, e un team di ricercatori del Boston Children’s Hospital hanno sviluppato un metodo attraverso il quale gli operatori sanitari possono fare di più identificare prontamente il problema medico che sta vivendo un bambino che non può comunicarlo da solo. Chiamato GRASP (che sta per Linee guida per l’esclusione e la valutazione del dolore), lo strumento consente agli operatori di valutare in modo più efficiente il dolore tra i bambini che non possono comunicare facilmente di soffrire o indicare la posizione del dolore. La grande conclusione, dice Morse, è che il metodo può aiutare a trovare la fonte del dolore in un paziente tra una popolazione di bambini che sperimentano un dolore più intenso e frequente di altri,

“Speriamo che questo possa essere uno strumento per aiutare i bambini a evitare lunghi ricoveri”, ha detto Morse. “Possiamo trovare [il problema] e trattarlo e migliorare la loro vita, evitare dolori prolungati, interventi chirurgici e forse salvarli”.

Morse e il team hanno sviluppato GRASP attraverso quasi un decennio di ricerca, a partire da quando Morse stava conseguendo il dottorato. e proseguendo il suo lavoro come ricercatrice accademica. I ricercatori dell’ospedale pediatrico che hanno collaborato con Morse includono Jean Solodiuk (infermiere manager e scienziato, dipartimento di anestesiologia, terapia intensiva e medicina del dolore), Christine Greco (capo ad interim, divisione di medicina del dolore), Sangeeta Mauskar (direttore, Complex Care Inpatient Program) e Julie Hauer (medico specializzato in cure complesse e cure palliative pediatriche).

“Nella mia esperienza come medico, prendersi cura di bambini con complessità e coinvolgimento multisistemico, affrontare il dolore in un bambino non verbale è uno dei dilemmi clinici più difficili. La creazione dello strumento GRASP ci ha fornito un approccio sistematico per il work-up del dolore. Spero che con l’uso di questo strumento per il work-up, avremo un approccio ponderato per il work-up del dolore e, a sua volta, avremo meno oneri per le famiglie a lungo termine “, ha detto Mauskar.

La ricerca ha incluso sondaggi e focus group per sviluppare lo strumento e aiutare a determinare quanto il GRASP possa essere accessibile ed efficace per gli operatori sanitari. Le parti del progetto completate più di recente sono state finanziate da una sovvenzione di semi di UMass Lowell.

I risultati sono stati recentemente pubblicati su Hospital Pediatrics, una rivista dell’American Academy of Pediatrics. L’obiettivo di Morse, dice, è vedere più fornitori addestrati all’uso di GRASP in modo che più bambini con condizioni complesse possano avere il loro dolore adeguatamente affrontato in modo che possano stare bene e godersi il tempo con le loro famiglie, a scuola e nella propria comunità invece di nell’ospedale.

“I resoconti in prima persona dei sintomi sono una parte importante della diagnosi perché guidano l’esame fisico e la valutazione. I bambini con complessità medica spesso non possono comunicare il loro resoconto dei sintomi a causa di condizioni neurologiche e disabilità funzionali. GRASP è una lista di controllo sviluppata per i bambini con problemi medici. complessità che guida i medici a considerare un elenco completo di diagnosi differenziali con suggerimenti per ulteriori valutazioni, se necessario “, ha affermato Solodiuk. “GRASP ha il potenziale per migliorare l’accuratezza diagnostica nei bambini con complessità medica e ridurre il tempo necessario per identificare la causa del dolore”.