Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale

Medtronic 780G: Rapido miglioramento del tempo nel range dopo l’avvio del sistema nei pazienti con T1D

Rapido miglioramento del tempo nel range dopo l’implementazione di un avanzato sistema ibrido a circuito chiuso in adolescenti e adulti con diabete di tipo 1.

I sistemi Advanced Hybrid Closed-Loop (AHCL) rappresentano il passo successivo dell’automazione intesa a massimizzare la normoglicemia nelle persone con diabete di tipo 1 (T1D). Nel sistema AHCL MiniMed 780G, sono disponibili diversi target glicemici dell’algoritmo per l’infusione di insulina e vengono erogati boli di autocorrezione. L’obiettivo dello studio  condotto dai medici diabetologi spagnoli, era di valutare in modo prospettico l’impatto dell’implementazione di questo sistema AHCL in un contesto clinico.

Pubblicità e progresso

I soggetti con T1D che utilizzavano una pompa potenziata dal sensore con sospensione predittiva di glucosio basso (SAP-PLGS) sono stati aggiornati ad AHCL. Baseline, ogni 3 giorni, sono stati scaricati i dati del sensore e della pompa di 2 settimane e 1 mese. L’obiettivo di glucosio è stato fissato a 100 mg / dl e il tempo di insulina attiva a 2 ore per tutti i soggetti. È stato confrontato il tempo in diversi intervalli di glucosio.

Risultati: sono stati inclusi 52 soggetti con T1D (età: 43 ± 12 anni, 73% femmine, durata del diabete: 27 ± 11 anni, HbA1c: 7,2 ± 0,9%, tempo in SAP-PLGS: 5 ± 2 anni). Il tempo nell’intervallo 70-180 mg / dl è aumentato da 67,3 ± 13,6% al basale a 79,6 ± 7,9% a 1 mese (p = 0,001). Il tempo in iperglicemia> 180 mg / dl e> 250 mg / dl è diminuito da 29,4 ± 15,1% a 17,3 ± 8,6% e da 6,9 ± 7,8% a 2,5 ± 2,4%, rispettivamente (p = 0,001). Non sono state riscontrate differenze di tempo nell’ipoglicemia <70 mg / dl o <54 mg / dl. Il tempo in modalità automatica era del 97 ± 4% e l’insulina autocorrezione era del 31 ± 14% dell’insulina in bolo. Il glucosio postprandiale a 4 ore è migliorato da 162 ± 26 mg / dl al basale a 142 ± 16 mg / dl a 1 mese (p = 0,001). Non si sono verificati episodi di ipoglicemia grave o DKA.

Conclusione: i sistemi AHCL consentono ai pazienti con T1D ben controllati di aumentare rapidamente il loro tempo nel range. Le impostazioni più aggressive consentono risultati ottimali nel tempo nell’intervallo, senza aumentare la frequenza dell’ipoglicemia.

Pubblicato il 31 marzo 2021 in Diabetes Technology & Therapeutics.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.