Batticuore

Tempo davanti allo schermo per gli anziani

apple, apple devices, simply

Photo by Pexels on Pixabay

la tecnologia sanitaria mobile può supportare gli anziani con malattie cardiache. Dichiarazione scientifica dell’American Heart Association.

Punti salienti della dichiarazione:

Pubblicità e progresso
  • Due terzi delle persone con malattie cardiache hanno 60 anni o più.
  • Le persone che hanno avuto un infarto o un ictus hanno 20 volte più probabilità di avere eventi cardiaci aggiuntivi rispetto alle persone senza malattie cardiache.
  • Le modifiche dello stile di vita e l’aderenza ai farmaci sono strategie chiave per affrontare le malattie cardiache.
  • La tecnologia sanitaria mobile, che incorpora app, dispositivi, messaggi di testo e telefonate, può informare e monitorare gli anziani per supportare le modifiche dello stile di vita.

DALLAS, 1 aprile 2021 – La tecnologia sanitaria mobile può essere utile nell’incoraggiare i cambiamenti del comportamento dello stile di vita e l’adesione ai farmaci tra gli adulti di età pari o superiore a 60 anni con malattie cardiache esistenti, ma sono necessarie ulteriori ricerche per determinare quali metodi sono i più efficaci, secondo un nuova dichiarazione scientifica dell’American Heart Association pubblicata oggi sulla rivista Circulation dell’American Heart Association : Cardiovascular Quality and Outcomes .

La tecnologia sanitaria mobile – l’uso di tecnologie mobili e wireless per supportare il raggiungimento degli obiettivi sanitari – può includere servizi di messaggi vocali e brevi (messaggi di testo), sistemi di posizionamento globale (GPS) e / o tecnologia Bluetooth, nonché dispositivi indossabili in grado di monitorare e informare l’utente su specifiche misure di salute o comportamenti per migliorare la salute.

“Negli ultimi dieci anni, la tecnologia sanitaria mobile, in particolare la tecnologia indossabile e i mercati delle applicazioni sanitarie mobili, è cresciuta notevolmente”, ha affermato il presidente del comitato per la redazione delle dichiarazioni Erica N. Schorr, Ph.D., BSBA, RN, FAHA, an professore associato nella Adult and Gerontological Health Cooperative presso la University of Minnesota School of Nursing. “Esiste, tuttavia, una percezione errata comune che l’uso della tecnologia sanitaria mobile sia inferiore tra gli adulti più anziani, quando in realtà la maggior parte degli americani di età pari o superiore a 60 anni possiede un telefono cellulare e trascorre una notevole quantità di tempo libero davanti a uno schermo. evidenzia i potenziali benefici che gli interventi sanitari mobili possono fornire per il monitoraggio, l’incoraggiamento, l’incoraggiamento e l’educazione degli anziani con malattie cardiovascolari “.

Si stima che circa due terzi di tutte le persone con malattie cardiache abbiano 60 anni e oltre e la prevalenza dell’attività fisica diminuisce con l’invecchiamento, in particolare nelle persone che hanno malattie cardiache. Le persone che hanno subito un evento cardiaco importante, come un infarto o un ictus, sono a 20 volte il rischio di futuri eventi cardiaci rispetto alle persone senza malattie cardiache, quindi sono necessarie ulteriori ricerche per identificare strategie per rallentare la progressione della malattia cardiaca – strategie di prevenzione secondaria – in questa popolazione.

La dichiarazione scientifica evidenzia la ricerca di 26 studi degli ultimi 11 anni che hanno esaminato la tecnologia sanitaria mobile per la prevenzione delle malattie cardiache secondarie negli adulti di età pari o superiore a 60 anni con malattie cardiache esistenti.

Gli studi che hanno incorporato messaggi di testo e informazioni sulle risorse del sito Web hanno mostrato miglioramenti nell’attività fisica delle persone e altri cambiamenti comportamentali dello stile di vita dopo tre mesi dall’iscrizione e hanno portato a un aumento dell’aderenza ai farmaci tra i partecipanti allo studio. In alcuni studi sono stati osservati miglioramenti significativi nell’aderenza ai farmaci quando i partecipanti allo studio hanno utilizzato un’app mobile o hanno ricevuto un promemoria tramite messaggi di testo. Un’ampia revisione sistematica ha mostrato che gli interventi sanitari mobili di successo includono messaggi frequenti, personalizzati e bidirezionali.

“Sappiamo che il controllo della pressione sanguigna, della glicemia e del colesterolo sono strategie di prevenzione secondaria essenziali e spesso richiedono la gestione dei farmaci”, ha aggiunto Schorr. “La riduzione del tempo di sedentarietà, l’aumento dell’attività fisica, il mantenimento di un peso corporeo ottimale e l’adozione di una dieta sana sono altre strategie di stile di vita significative per ottimizzare la salute delle persone con malattie cardiovascolari. Dispositivi indossabili, dispositivi mobili e applicazioni giocano un ruolo importante perché possono aiutare le persone nel monitoraggio e nel monitoraggio dei comportamenti di salute e dei fattori di rischio di malattie cardiache, denominati Life’s Simple 7 dell’AHA, per ridurre il rischio di un evento cardiaco e ottenere una salute cardiovascolare ideale “.

Nella fascia di età dai 60 anni in su, la ricerca indica che la facilità d’uso di un programma o di un’app è un fattore significativo nella volontà di questo gruppo di utilizzare un dispositivo, un servizio o un programma. Negli studi in cui i partecipanti hanno esaminato le app, oltre la metà degli utenti ha riferito che erano facili da utilizzare. Tuttavia, gli autori della dichiarazione sottolineano che molti degli studi hanno arruolato un numero limitato di persone e le app erano orientate a un utilizzo molto specifico, limitando così la validità esterna.

C’erano alcune altre limitazioni nella ricerca esaminata. Sebbene i risultati per gli studi con una componente di messaggistica di testo siano stati positivi, non si sono concentrati esclusivamente sugli anziani, rendendo difficile determinare l’impatto dei messaggi di testo specifici per gli anziani con malattie cardiache. Inoltre, le differenze tra i gruppi in base a razza, etnia, sesso o età non sono state misurate. Pochi degli studi identificati hanno effettuato un confronto tra interventi comportamentali con tecnologia sanitaria mobile e interventi comportamentali senza tecnologia, quindi i risultati relativi agli interventi tradizionali sono sconosciuti.

Il comitato di scrittura della dichiarazione rileva che esistono sfide e barriere all’uso della salute mobile tra gli anziani. Le persone appartenenti a gruppi etnici e razziali sottorappresentati hanno meno probabilità di utilizzare la tecnologia e alcuni adulti più anziani sono preoccupati per problemi di sicurezza, costi e privacy. Potrebbero anche esserci limitazioni cognitive, fisiche, visive e uditive che potrebbero influire sulla capacità di un adulto più anziano di utilizzare la tecnologia. Alcuni anziani preferiscono visite di persona con professionisti sanitari, poiché la tecnologia può essere considerata isolante. Tuttavia, la ricerca ha dimostrato che gli adulti che si dedicano alla tecnologia possono effettivamente diventare più connessi agli altri e apportare piccoli ma significativi cambiamenti nello stile di vita e nel comportamento che possono aiutare a migliorare la loro salute.

Schorr ha aggiunto che ci sono ancora importanti domande a cui rispondere su quali interventi sanitari e tecnologie mobili sarebbero più efficaci e accettati e su come utilizzarli al meglio per vedere cambiamenti clinicamente significativi nella prevenzione cardiovascolare secondaria negli anziani. “Rispondere a queste domande è fondamentale per identificare e implementare interventi mobili efficaci, ampiamente accettati, economici ed efficienti in termini di tempo che migliorano i risultati di salute per gli anziani”, ha affermato.