Compliance

Aumento o perdita di peso indesiderati durante la pandemia? Dai la colpa ai tuoi ormoni dello stress

Se hai avuto un aumento o una perdita di peso indesiderati durante la pandemia, non sei il solo. Secondo un sondaggio dell’American Psychological Association, il 61% degli adulti statunitensi ha riportato variazioni di peso indesiderate dall’inizio della pandemia.

I risultati, pubblicati nel marzo 2021, hanno mostrato che durante la pandemia, il 42% degli intervistati ha guadagnato peso indesiderato – 29 libbre in media – e quasi il 10% di quelle persone ha guadagnato più di 50 libbre. Il rovescio della medaglia, quasi il 18% degli americani ha affermato di aver sperimentato una perdita di peso indesiderata, in media una perdita di 26 libbre.

Pubblicità e progresso

Un altro studio, pubblicato il 22 marzo 2021, ha valutato il cambiamento di peso in 269 persone da febbraio a giugno 2020. I ricercatori hanno scoperto, in media, che le persone guadagnavano costantemente 1,5 libbre al mese .

Sono un neuroscienziato nutrizionale e la mia ricerca indaga la relazione tra dieta, stile di vita, stress e disagio mentale come ansia e depressione.

Il denominatore comune alle variazioni del peso corporeo, specialmente durante una pandemia, è lo stress. Un altro sondaggio condotto dall’American Psychological Association nel gennaio 2021 ha rilevato che circa l’84% degli adulti statunitensi ha sperimentato almeno un’emozione associata a stress prolungato nelle due settimane precedenti.

I risultati sui cambiamenti di peso indesiderati hanno senso in un mondo stressante, specialmente nel contesto della risposta allo stress del corpo, meglio conosciuta come risposta di lotta o fuga.

Un modello 3D di cortisolo

I neurotrasmettitori – come il cortisolo, visto qui – mediano la risposta di lotta o fuga e possono avere un enorme impatto sul mangiare e sul comportamento. Ben Mills / Wikimedia Commons

Combatti, fuggi e cibo

La risposta di lotta o fuga è una reazione innata che si è evoluta come meccanismo di sopravvivenza. Consente agli esseri umani di reagire rapidamente allo stress acuto, come un predatore, o di adattarsi allo stress cronico, come una carenza di cibo. Di fronte allo stress, il corpo vuole mantenere il cervello vigile. Diminuisce i livelli di alcuni ormoni e sostanze chimiche cerebrali per abbassare i comportamenti che non aiutano in una situazione urgente e aumenta altri ormoni che lo faranno.

Quando è sotto stress, il corpo abbassa i livelli di neurotrasmettitori come la serotonina, la dopamina e la melatonina . La serotonina regola le emozioni, l’appetito e la digestione. Quindi, bassi livelli di serotonina aumentano l’ansia e possono cambiare le abitudini alimentari di una persona . La dopamina, un altro neurotrasmettitore del benessere, regola la motivazione orientata agli obiettivi . La diminuzione dei livelli di dopamina può tradursi in una minore motivazione a fare esercizio, mantenere uno stile di vita sano o svolgere attività quotidiane. Quando le persone sono sotto stress, producono anche meno melatonina , l’ormone del sonno , che porta a disturbi del sonno.

L’adrenalina e la norepinefrina mediano i cambiamenti fisiologici associati allo stress e sono elevati in situazioni di stress . Questi cambiamenti biochimici possono causare sbalzi d’umore, influire sulle abitudini alimentari di una persona, ridurre la motivazione orientata agli obiettivi e interrompere il ritmo circadiano di una persona.

Nel complesso, lo stress può far perdere l’equilibrio alle tue abitudini alimentari e alla motivazione a fare esercizio oa mangiare sano, e quest’anno è stato sicuramente un anno stressante per tutti.

Un cucchiaio di cioccolato da spalmare

Gli zuccheri danno un impulso dell’umore immediato ma di breve durata. MarianVejcik / iStock tramite Getty Images Plus

Calorie facili, bassa motivazione

In entrambi gli studi, le persone hanno auto-riferito il proprio peso ei ricercatori non hanno raccolto alcuna informazione sull’attività fisica. Ma si può presumere con cautela che la maggior parte delle variazioni di peso siano dovute all’aumento o alla perdita di grasso corporeo.

Allora perché le persone hanno guadagnato o perso peso nell’ultimo anno? E cosa spiega le drammatiche differenze?

Molte persone trovano conforto nel cibo ipercalorico. Questo perché il cioccolato e altri dolci possono renderti felice aumentando i livelli di serotonina a breve termine . Tuttavia, il sangue cancella lo zucchero in eccesso molto rapidamente, quindi la spinta mentale è estremamente breve, portando le persone a mangiare di più. Mangiare per il comfort può essere una risposta naturale allo stress, ma se combinato con una minore motivazione all’esercizio fisico e al consumo di alimenti a basso contenuto di nutrienti e ricchi di calorie, lo stress può provocare un aumento di peso indesiderato.

E la perdita di peso? In poche parole, il cervello è collegato all’intestino attraverso un sistema di comunicazione a due vie chiamato nervo vago . Quando sei stressato, il tuo corpo inibisce i segnali che viaggiano attraverso il nervo vago e rallenta il processo digestivo. Quando ciò accade, le persone sperimentano la pienezza.

La pandemia ha lasciato molte persone confinate nelle loro case, annoiate e con cibo in abbondanza e poco per distrarle. Quando si aggiunge il fattore di stress a questo scenario, si ha una situazione perfetta per i cambiamenti di peso indesiderati. Lo stress farà sempre parte della vita, ma ci sono cose che puoi fare, come praticare un dialogo interiore positivo , che possono aiutare a scongiurare la risposta allo stress e alcune delle sue conseguenze indesiderate.


Questo articolo è stato ripubblicato da The Conversation con una licenza Creative Commons. Leggi l’ articolo originale .La conversazione

Categorie:Compliance

Con tag:,,

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.