Mangiare e bere

Ramadan 2021: Linee guida per le persone con diabete dell’IDF – international Diabetes Federation

Ornamental Arabic lanterns with burning candles glowing at night. Plate with date fruit on the table. Festive greeting card, invitation for Muslim holy month Ramadan Kareem. Iftar dinner background.

Photo by tabitazn on Adobe Stock

Comincia il Ramadan, abbiamo tradotto in italiano le indicazioni dal dal sito dell’IDF per una gestione ottimale dell’evento islamico in sicurezza.

Il digiuno con il diabete può portare a complicazioni che includono:

Pubblicità e progresso
  • Basso livello di glucosio nel sangue (ipoglicemia)
  • Glicemia alta (iperglicemia)
  • Disidratazione
  • Chetoacidosi diabetica (DKA), nelle persone con diabete di tipo 1

È quindi importante che la decisione sull’opportunità di digiunare sia presa su base individuale in consultazione con un operatore sanitario, tenendo conto della gravità della malattia e del livello di rischio coinvolto.

Scarica la Guida al diabete e al Ramadan per un digiuno sicuro. Disponibile in inglese, francese e bengalese

Brochure DaR copertina INGLESE 01 Brochure DaR Copertina FRANCESE 01 Brochure DaR BANGLA copertina 01

Suggerimenti per un sano Ramadan con il diabete

Suggerimenti per un sano Ramadan con il diabete

Conosci il tuo rischio prima di decidere di digiunare

Secondo il Sacro Corano, ci sono gruppi di persone che potrebbero ammalarsi con il digiuno. Sulla base di consigli medici e religiosi, si consiglia di  visitare il proprio medico 6-8 settimane prima del Ramadan  per comprendere la propria categoria di rischio prima di decidere di digiunare. Se il medico consiglia di non digiunare, riceverai lo stesso Thawab (ricompensa).

Controlla regolarmente la glicemia

Il monitoraggio della glicemia e le iniezioni di insulina  non interrompono il digiuno  e sono importanti. Sono la tua finestra per conoscere i tuoi livelli di glucosio nel sangue e gestire il tuo diabete. I cambiamenti nelle abitudini alimentari durante il Ramadan possono influire sulla glicemia e quindi è importante controllare regolarmente i livelli di glucosio nel sangue.

  • Le persone ad altissimo rischio (anche se non a digiuno) dovrebbero controllare i livelli di glucosio nel sangue 3-4 volte al giorno
  • Le persone a rischio moderato o basso dovrebbero controllare i livelli di glucosio nel sangue 1-2 volte al giorno
Aggiustamenti dei farmaci durante il digiuno

Parlate con il vostro medico degli aggiustamenti necessari alla dose, ai tempi o al tipo di farmaco per ridurre il rischio di un basso livello di zucchero nel sangue.

È importante sapere che la misurazione della glicemia e l’iniezione di insulina non interromperanno il digiuno.

Quando rompere il digiuno?

Tutte le persone con diabete dovrebbero interrompere il digiuno se:

  • La glicemia è inferiore a 70 mg / dl (3,9 m mol / L). Ricontrollare entro un’ora se la glicemia è compresa tra 70 e 90 mg / dl (50-3,9 m mol / l)
  • La glicemia è superiore a 300 mg / dl (16,6 m mol / L) *
  • Si verificano sintomi di ipoglicemia, iperglicemia, disidratazione o malattia acuta
Fare esercizio durante il Ramadan

Esegui regolarmente esercizi da leggeri a moderati. L’esercizio fisico rigoroso non è raccomandato durante il digiuno a causa dell’aumentato rischio di ipoglicemia e / o disidratazione. Gli sforzi fisici coinvolti nelle preghiere di Tarawih, come inchinarsi, inginocchiarsi e alzarsi, dovrebbero essere considerati parte delle tue attività quotidiane.

Quando finisce il mese di Ramadan

Evita di mangiare troppo (specialmente i dolci) durante l’Eid-ul-Fitr, poiché potrebbe portare a livelli elevati di glucosio nel sangue. Visita il tuo medico per ottenere indicazioni su come riportare il farmaco al programma precedente.

Consigli dietetici per le persone con diabete durante il digiuno 

spuntini ramadan
Spuntini
Dividi le calorie giornaliere tra Suhoor e Iftar, più 1-2 spuntini se necessario
carboidrati ramadan
Carboidrati  
Assicurati che i pasti siano ben bilanciati:
45-50% di carboidrati
20-30% di proteine
<35% di grassi
frutta e verdura ramadan
Verdure 
Includere molta frutta, verdura e insalate
buritos ramadan
Grassi saturi  
Ridurre al minimo gli alimenti ad alto contenuto di grassi saturi (burro chiarificato, samosa, pakora)
olio di ramadan
Olio
Utilizzare piccole quantità di olio durante la cottura (oliva, colza)
beve il ramadan
Bevande
Rimani idratato durante o tra i due pasti principali bevendo acqua o altre bevande non zuccherate. 
Evita le bevande contenenti caffeina e zuccherate e i dolci zuccherati
pane ramadan
Pane
Includere cibi a basso indice glicemico e ricchi di fibre che rilasciano energia lentamente prima e dopo il digiuno 
(pane del granaio, fagioli, riso)

COVID-19 e digiuno con diabete

I dati epidemiologici attualmente disponibili mostrano che le persone che digiunano non segnalano tassi più elevati di infezioni o ospedalizzazione. Non ci sono quindi prove che il digiuno possa portare a una riduzione dell’immunità e ad un più alto rischio di infezione.

Tuttavia, le persone con diabete e complicazioni, come insufficienza renale o problemi ai piedi, sono ad alto rischio di infezioni. È quindi importante che seguano il consiglio medico e non digiunino per evitare di aumentare il rischio di contrarre COVID-19.