Batticuore

Rivelato finalmente il motivo per cui le donne incinte sviluppano un’insufficienza cardiaca simile ai pazienti più anziani

anatomy of the human body, big picture, significant symptoms of diabetes

Photo by FotoshopTofs on Pixabay

I ricercatori della Penn Medicine scoprono più mutazioni genetiche che predispongono le donne alla cardiomiopatia peripartum, con implicazioni per il futuro dell’aumento dei test genetici

PHILADELPHIA – I ricercatori della Penn Medicine hanno identificato più mutazioni genetiche che predispongono fortemente le donne più giovani, altrimenti sane, alla cardiomiopatia peripartum (PPCM), una condizione rara caratterizzata dalla debolezza del muscolo cardiaco che inizia durante l’ultimo mese di gravidanza fino a cinque mesi dopo consegna. PPCM può causare grave insufficienza cardiaca e spesso porta a insufficienza cardiaca permanente e persino alla morte. Lo studio è pubblicato oggi su Circulation .

Pubblicità e progresso

La PPCM colpisce le donne in un parto su 2.000 in tutto il mondo, con circa un terzo di queste donne che sviluppa insufficienza cardiaca per tutta la vita e circa il 5% di loro muore entro pochi anni. La mortalità materna negli Stati Uniti è raddoppiata negli ultimi 20 anni e la PPCM è una delle principali cause di questi decessi. In precedenza, le ragioni alla base del perché le donne sviluppassero la PPCM sono rimaste un mistero fino a quando uno studio del 2016 ha suggerito fortemente che alcune mutazioni genetiche predispongono le donne alla malattia. Zoltan P. Arany, MD, PHD, Samuel Bellet Professor of Cardiology presso la Perelman School of Medicinepresso l’Università della Pennsylvania è stato anche l’autore senior di quello studio. Questo studio appena pubblicato mette in luce altre quattro varianti genetiche che non erano state precedentemente associate alla PPCM. Ha scoperto che questo profilo genetico è molto simile a quello riscontrato nei pazienti con cardiomiopatia dilatativa non ischemica (DCM), una malattia molto simile che colpisce tipicamente uomini e donne di mezza età e di cui la comunità medica sa di più.

“Questo studio fornisce il primo vasto panorama genetico e fenotipico di PPCM e ha importanti implicazioni per la comprensione di come PPCM e DCM sono correlati tra loro”, ha detto Arany. “Mostra che la predisposizione allo scompenso cardiaco è un importante fattore di rischio per PPCM, suggerendo che gli approcci in fase di sviluppo per DCM possono applicarsi anche ai pazienti con PPCM”.

Per lo studio, i ricercatori della Penn hanno identificato quasi 470 donne con PPCM, retrospettivamente, da diversi centri accademici negli Stati Uniti e all’estero, e hanno esaminato informazioni cliniche e campioni di DNA. Quindi, hanno eseguito il sequenziamento di nuova generazione su 67 geni, incluso un gene noto come TTN, che genera una grande proteina che controlla il modo in cui le cellule del muscolo cardiaco si contraggono e pompano il sangue. Il 10,4% dei pazienti campionati ha mostrato varianti accorciate nel gene TTN, rispetto a solo l’1,2% della popolazione di riferimento. I ricercatori hanno anche riscontrato una sovrarappresentazione di varianti abbreviate in altri tre geni non precedentemente associati a PPCM, ma precedentemente associati a DCM.

I ricercatori sperano che ciò spingerà a cambiamenti per consentire ai medici di seguire pratiche di test genetici simili e ben consolidate e linee guida di consulenza già utilizzate per i pazienti con DCM, nonché terapie gene-specifiche.

“Riteniamo che questo studio dimostri quanto siano importanti lo screening genetico e la consulenza per le donne che sviluppano PPCM, qualcosa che non è attualmente pratica comune, e forse anche per i loro familiari di sesso femminile in età fertile”, ha detto Arany. “Come medico, sapere di avere un paziente con PPCM che mostra queste mutazioni genetiche ti porterebbe ad apportare modifiche alle cure, come abbassare la soglia per l’uso del defibrillatore nel caso di varianti ad alto rischio, o consigliare i membri della famiglia sul loro rischio di sviluppare PPCM. “

Mentre questo studio getta una luce importante sui geni in gioco per le donne che sviluppano PPCM, ciò che necessita di ulteriori studi è come la gravidanza lo inneschi in alcune donne con una predisposizione genetica specifica, poiché non tutte le donne con queste varianti genetiche svilupperanno PPCM quando ottengono incinta.