Prodotti

Una nuova ricerca rileva che la tecnologia avanzata delle scarpe riduce e migliora i tempi di gara per gli atleti d’élite

Athletes run in the park on the running marathon

Per i corridori d’élite che gareggiano in gare di lunga distanza, ogni secondo conta. Quindi, quando Nike ha introdotto la “tecnologia avanzata delle scarpe” nel 2017, sono sorte domande sul fatto che il nuovo design avrebbe influenzato in modo significativo le prestazioni negli sport professionistici. Un nuovo articolo pubblicato su Frontiers in Sports and Active Living ha rilevato che le nuove calzature hanno effettivamente ridotto i tempi di esecuzione sia per i concorrenti maschili che per quelli femminili.

Lo studio ha analizzato i migliori tempi stagionali per i corridori maschili e femminili d’élite in tre categorie di gare – gare di 10 chilometri, mezza maratona e maratona – tra il 2012 e il 2019. I ricercatori hanno riscontrato una diminuzione statisticamente significativa dei tempi di gara dopo il 2017, che ha coinciso con la premiere la Nike Vaporfly 4%.

Pubblicità e progresso

Le atlete d’élite sembrano trarre il massimo beneficio dal miglioramento del design, che presenta una schiuma più spessa e leggera e una piastra rigida lungo l’intersuola. I loro periodi migliori stagionali tra il 2016 e il 2019 sono diminuiti dall’1,7 al 2,3%, contro lo 0,6-1,5% per gli uomini. Ad esempio, la nuova tecnologia delle scarpe ha migliorato il tempo della maratona femminile di circa 2 minuti e 10 secondi, un aumento dell’1,7% delle prestazioni.

“Per quanto riguarda le prestazioni cronometriche, a nostro avviso si tratta di un importante progresso”, ha affermato il dott. Stéphane Bermon, autore principale dell’articolo e direttore del dipartimento mondiale di salute e scienza di atletica leggera.

I meccanismi alla base dei miglioramenti delle prestazioni rimangono un po ‘un mistero. Un vantaggio della nuova tecnologia delle scarpe è che utilizza l’ultima generazione di schiuma leggera nell’intersuola, che fornisce al corridore un maggiore ritorno di energia. La piastra rigida incorporata nell’intersuola contribuisce anche a massimizzare il ritorno di energia in ogni passaggio. In effetti, la scarpa lavora per spingere il corridore in avanti con un po ‘meno sforzo.

Il divario statistico tra i sessi era inaspettato, secondo Bermon. Un vantaggio potrebbe scendere al peso tra i sessi.

“Le donne sono più leggere e potrebbero forse beneficiare di più dall’effetto di rimbalzo migliorato ottenuto dalla combinazione di schiuma / piastra rigida”, ha detto. “Il loro modello di corsa leggermente diverso, rispetto agli uomini, potrebbe rappresentare una condizione più favorevole per questa tecnologia di calzatura per svolgere il suo ruolo ergogenico”.

Una precedente analisi statistica del 2018 aveva già suggerito una diminuzione del 3-4% dei tempi di mezza maratona e maratona sulla base di centinaia di migliaia di risultati auto-riportati. Tuttavia, il presente studio è stato il primo a esaminare i migliori tempi migliori stagionali per gli atleti d’élite.

Sebbene la ricerca includesse la maggior parte dei risultati dei corridori dell’Africa orientale, come l’etiope e il keniota, che sono arrivati ??a dominare lo sport, il documento ha notato che i corridori d’élite non dell’Africa orientale hanno sperimentato miglioramenti simili nelle prestazioni.

“Questi risultati confermano che la tecnologia avanzata delle calzature ha vantaggi per i corridori di distanza maschili e femminili d’élite”, ha detto Bermon. “Se questa tecnologia sarà vietata o semplicemente controllata, come è attualmente, deve ancora essere deciso da World Athletics”.

Non sono previsti studi di follow-up immediati, sebbene Bermon abbia affermato che sono necessarie ulteriori ricerche per capire se l’adozione di massa delle nuove calzature da parte dei corridori sia ricreativi che d’élite causi più o meno infortuni, soprattutto alla luce di tutti i diversi tipi di stili di corsa.