Sport e movimento

Più sonno o più esercizio: il miglior compromesso di tempo per la salute dei bambini

Più sonno potrebbe compensare l’eccessiva indulgenza dei bambini durante le vacanze scolastiche poiché una nuova ricerca dell’Università dell’Australia meridionale mostra che lo stesso declino dell’indice di massa corporea può essere ottenuto sia con il sonno extra che con l’esercizio extra.

La nuova sorprendente scoperta fa parte di uno studio che mostra come i bambini possono ottenere benefici per la salute fisica e mentale equivalenti scegliendo diversi compromessi di attività nell’arco delle 24 ore.

Pubblicità e progresso

Condotto in collaborazione con il Murdoch Children’s Research Institute e supportato dalla National Heart Foundation of Australia, il team ha esaminato l’equilibrio ottimale tra l’attività fisica dei bambini, il sonno e il tempo sedentario nelle 24 ore al giorno per meglio informare le scelte di vita su misura.

Su base minuto per minuto, è stato dimostrato che l’esercizio fisico da moderato a vigoroso è 2-6 volte più potente del sonno o del tempo sedentario.

Sebbene l’esercizio abbia un impatto maggiore e più rapido sulla salute fisica e sul benessere, i bambini possono essere in grado di ottenere la stessa riduzione del 7,4% dell’indice di massa corporea (BMI) in uno dei seguenti modi:

  • esercizio per altri 17 minuti (esercizio da moderato a intenso) OPPURE
  • dormire 52 minuti in più OPPURE
  • riducendo il loro tempo seduto o sedentario di altri 56 minuti.

Allo stesso modo, i bambini possono migliorare significativamente la loro salute mentale:

  • esercitando 35 minuti in più (esercizio da moderato a intenso), OPPURE
  • dormire 68 minuti in più OPPURE
  • riducendo il loro tempo seduto o sedentario di 54 minuti.

Lo studio ha valutato 1179 bambini di età compresa tra 11 e 12 anni, dallo studio trasversale Child Health CheckPoint. Il benessere fisico è stato misurato tramite BMI, circonferenza della vita e grasso corporeo; il benessere mentale è stato misurato tramite risposte auto-riferite sull’inventario della qualità della vita pediatrica.

Il ricercatore capo, il dottor Dot Dumuid di UniSA, afferma che i risultati forniscono opzioni per le famiglie impegnate che cercano di ottenere il massimo dalla loro giornata.

“Ci sono molte richieste di tempo per gareggiare nelle famiglie moderne, che si tratti di calcio dopo scuola, lezioni di musica o semplicemente portare a spasso il cane di famiglia, trovare il tempo per adattare tutto in un solo giorno, può essere una sfida”, dice il dott.

“Le linee guida internazionali suggeriscono che i bambini hanno bisogno di 9-11 ore di sonno, 60 minuti di esercizio fisico e non più di due ore di tempo davanti allo schermo ricreativo al giorno, ma solo il 7% dei bambini raggiunge regolarmente questi obiettivi.

“Con così tante priorità e impegni in competizione, è utile sapere quali attività offrono il miglior rapporto qualità-prezzo”.

“In questa ricerca abbiamo calcolato quanto sonno, tempo di sedentarietà, esercizio leggero e esercizio da moderato a intenso erano associati agli stessi miglioramenti nella salute mentale, nella salute fisica e nel rendimento scolastico.

“Per le famiglie con pochissimo tempo a disposizione, piccoli aumenti di esercizio da moderato a intenso potrebbero essere un’opzione per migliorare la salute e il benessere dei bambini; in alternativa, una notte prima potrebbe ugualmente fornire gli stessi benefici per la salute – cosa importante, è la flessibilità che questi risultati offrono che li rendono così preziosi.

“Esplorare i compromessi tra le attività dei bambini è un modo promettente per le famiglie di fare scelte sane che si adattano al loro normale programma familiare”.

Il direttore dell’attività fisica della Heart Foundation, il professor Trevor Shilton, ha affermato che la Heart Foundation è stata felice di supportare un approccio così innovativo per indagare sulla salute fisica e sul benessere mentale dei bambini.

“Questo studio conferma che l’attività fisica è il modo più rapido ed efficace per fornire benefici per la salute fisica e il benessere mentale dei bambini. Ma i risultati offrono anche una certa flessibilità per le famiglie”, afferma il professor Shilton.

“Aiutare i giovani a fare scelte sane e aiutare le famiglie a creare un ambiente che li supporti in queste scelte può migliorare la loro qualità di vita in futuro, oltre a ridurre il rischio di malattie croniche, come le malattie cardiache”.

Categorie:Sport e movimento

Con tag:,