Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale

Il PD della Regione Emilia-Romagna chiede la  rimborsabilità dei microinfusori insulinici anche per classi di diabetici di tipo 2

Adv
money, money tower, coins

Il Partito Democratico in Emilia-Romagna, tramite il suo Consigliere regionale Giuseppe Paruolo ha presentato una interrogazione con la quale chiede, all’Assessorato regionale alla Sanità, la  rimborsabilità dei microinfusori insulinici anche per classi di pazienti diabetici con diabete di tipo 2 (per intenderci quei pochi che fanno una terapia intensiva con insulina).

L’interrogante fra le altre cose ricorda che microinfusori insulinici sono rimborsati dal Sistema Sanitario Regionale (SSR) in tutte le regioni italiane nel caso del diabete tipo 1 e della gravidanza in donne con diabete. In 13 regioni esistono indicazioni alla rimborsabilità anche nel diabete tipo 2 (DMT2), limitatamente ad alcuni casi; solo in tre regioni, tra cui l’Emilia-Romagna, non è prevista la rimborsabilità nel diabete di tipo 2.

Il consigliere cita la Circolare n. 13 del 9 ottobre 2015 della direzione generale Sanità e politiche sociali e per l’integrazione definisce le Linee di indirizzo regionali per un uso appropriato dei dispositivi medici per l’autocontrollo e l’autogestione nel Diabete Mellito e le raccomandazioni per l’erogazione dei dispositivi medici, tra cui i microinfusori insulinici, si riferiscono in modo esplicito alla gestione del Diabete di tipo 1.

Nell’allegato 6 alla Circolare, si afferma che “La terapia insulinica sottocutanea continuativa tramite microinfusore (CSII), la misurazione in continuo della glicemia (CGMS) e l’integrazione di questi due sistemi nella cosiddetta SAP sono opportunità terapeutiche oggi spesso proposte alle persone con DM insulino-trattato. In larga parte, anche se non esclusivamente, tali approcci sono rivolti alle persone con DM 1”.

Il consigliere nell’interrogazione afferma come allo stato attuale, dunque, non c’è una chiara indicazione di non rimborsabilità dei microinfusori per i pazienti con diabete di tipo 2.

Pertanto, con questo atto chiede alla Giunta regionale di procedere, in analogia a numerose altre regioni italiane, a definire le condizioni di rimborsabilità dei microinfusori insulinici anche per pazienti affetti da diabete di tipo 2 e con quali tempi e modalità si ritiene eventualmente di procedere in questa direzione.

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: