Reni Tecno

Un semplice dispositivo migliora la cura dopo il trapianto di rene

Adv

La sperimentazione clinica mostra una degenza ospedaliera ridotta per i pazienti e una riduzione delle infezioni del sito chirurgico di quasi il 60%

LONDRA, ON – In uno studio pubblicato, un team del Lawson Health Research Institute ha scoperto che un semplice dispositivo può ridurre il gonfiore dopo il trapianto di rene. Il dispositivo geko ™, prodotto da Sky Medical Technology Ltd e distribuito in Canada da Trudell Healthcare Solutions Inc., è un attivatore della pompa muscolare che migliora significativamente il flusso sanguigno stimolando le “pompe muscolari” del corpo. I pazienti che utilizzano il dispositivo in seguito a trapianto di rene hanno subito degenze ospedaliere più brevi e hanno ridotto le infezioni del sito chirurgico di quasi il 60%.

I trapianti renali e simultanei di pancreas-rene possono ridurre significativamente la mortalità e migliorare la qualità della vita dei pazienti con malattia renale allo stadio terminale. “Dopo l’intervento chirurgico, molti di questi riceventi di organi richiedono una degenza ospedaliera più lunga a causa di funzionalità renale ritardata, infezione, mancanza di mobilità o edema”, afferma il dottor Alp Sener, Lawson Scientist e Transplant Surgeon nel Multi-Organ Transplant Program presso London Health Centro delle scienze (LHSC).

L’edema è un gonfiore causato da un eccesso di liquido intrappolato nei tessuti del corpo che può influire sulla guarigione delle ferite. L’attuale standard di cura per la gestione dell’edema degli arti inferiori e il miglioramento del flusso sanguigno sono le calze tromboemboliche (“TED”) utilizzate con i dispositivi di compressione. Le maniche pompate con aria schiacciano la parte inferiore delle gambe per aumentare la circolazione. Possono essere scomodi da indossare e la grande pompa può inibire la mobilità precoce e interrompere il sonno dopo l’intervento chirurgico.

In uno studio clinico controllato randomizzato della durata di due anni, 221 pazienti trapiantati presso l’LHSC indossavano la calza e la pompa TED standard o il dispositivo geko ™ per sei giorni dopo l’intervento. Il team di ricerca del dottor Sener ha scoperto che indossare il dispositivo aumenta la produzione di urina del 27% e riduce l’aumento di peso di oltre un chilogrammo. Con più urina prodotta e meno ritenzione di liquidi, i pazienti hanno manifestato il 31% di gonfiore in meno. La durata del costoso ricovero in ospedale è stata ridotta di oltre un giorno dopo il trapianto di rene rispetto allo standard di cura.

Una riduzione del 60% dei tassi di infezione delle ferite è stata un’osservazione sorprendente. “I pazienti trapiantati corrono un rischio maggiore di infezione a causa dei farmaci immunosoppressori necessari dopo l’intervento chirurgico”, spiega il dottor Sener, che è anche il presidente della Urologic Society for Transplantation and Renal Surgery, un’organizzazione globale affiliata all’American Urological Association. “Ridurre l’infezione significa un risultato molto migliore per il paziente e considerando che i dati recenti mostrano che le infezioni delle ferite possono costare al sistema sanitario migliaia di dollari a persona, è una situazione vantaggiosa per tutti”.

Alcuni dei partecipanti allo studio indossavano un contapassi per monitorare i loro passi e quelli che utilizzavano il dispositivo geko ™ avevano migliorato la mobilità dopo l’intervento chirurgico. Il team sospetta che ciò possa essere dovuto a un gonfiore ridotto che potrebbe migliorare la facilità e il comfort durante lo spostamento.

“I risultati dello studio sono stati sorprendenti ed entusiasmanti. Non solo abbiamo ridotto i tassi di infezione della ferita, ma abbiamo anche visto un notevole miglioramento nella funzione del nuovo organo dopo il trapianto. I pazienti riferiscono di sentirsi più soddisfatti del processo di trapianto e sono più mobili, “dice il dottor Sener. Il dispositivo geko ™ viene ora offerto ai pazienti dell’LHSC in convalescenza dopo aver ricevuto un nuovo rene.

Ruben Garcia, 68 anni, ha ricevuto di recente un nuovo rene da sua figlia, Ruby, che era una donatrice vivente di rene. Dopo l’operazione, Garcia ha avuto difficoltà ad alzarsi dal letto a causa del dolore e del gonfiore e la funzione del suo nuovo rene era molto bassa. “Il mio chirurgo ha spiegato in termini molto semplici che era come se il mio nuovo rene non fosse ancora sveglio”, descrive Garcia.

Il Dr. Sener ha raccomandato a Garcia di utilizzare il dispositivo geko ™ per stimolare il flusso sanguigno in un modo simile al camminare. Garcia fu presto in grado di sedersi su una sedia e il giorno dopo stava camminando. “Il mio rene si è svegliato e ha ricominciato a lavorare! Potevo sentire il dispositivo in funzione ed era comodo da indossare, quasi come un massaggio per le gambe. Sono molto grato per le cure che ho ricevuto.”

Il dottor Sener aggiunge che “l’uso di un attivatore della pompa muscolare potrebbe essere un punto di svolta per altre procedure come gli impianti ortopedici in cui l’infezione della ferita può avere conseguenze disastrose o negli interventi chirurgici in cui le infezioni delle ferite sono più comuni come nel cancro e nella chirurgia intestinale”.

Il dispositivo geko ™ è non invasivo, autoadesivo, alimentato a batteria e riciclabile. Genera elettrostimolazione neuromuscolare e un flusso sanguigno sistemico senza precedenti che equivale al 60% di quello ottenuto camminando. La contrazione muscolare indolore comprime le vene profonde nella parte inferiore delle gambe per creare un migliore flusso sanguigno in questi vasi e restituire il sangue al cuore. È particolarmente adatto agli ambienti ospedalieri in quanto portatile e richiede una formazione minima. Per le indicazioni per l’utilizzo del dispositivo geko ™, andare su http: // www. gekodevices. com

“I risultati dello studio forniscono un’ulteriore prova che il dispositivo geko ™ è un’opzione di trattamento efficace che può migliorare i risultati per i pazienti e aiutarli a tornare a casa prima, riducendo i costi per il sistema sanitario”, afferma George Baran, presidente esecutivo di il Trudell Medical Group e un direttore di Sky Medical.

Lo studio “L’uso quotidiano di un dispositivo di attivazione della pompa muscolare riduce la durata del ricovero e migliora gli esiti precoci del trapianto post-trapianto di rene: uno studio controllato randomizzato” è stato pubblicato su CUAJ .

Adv
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: