Terapie

Farmaci personalizzati possibili con la stampa 3D

3d printing in progress

Un giorno potrebbero essere prodotti medicinali personalizzati in base alle esigenze individuali dei pazienti, con i ricercatori dell’Università dell’East Anglia (UEA) che studiano la tecnologia per le pillole di “stampa” 3D.

Sostienici con un acquisto o donazione

Il team, tra cui il dottor Andy Gleadall e il prof Richard Bibb della Loughborough University, ha identificato un nuovo metodo di produzione additiva per consentire la stampa 3D del medicinale in strutture altamente porose, che può essere utilizzato per regolare la velocità di rilascio del farmaco dal medicinale al corpo se assunto per via orale.

Il dottor Sheng Qi, lettore di Farmaceutica presso la Scuola di Farmacia dell’UEA, ha guidato la ricerca. I risultati del progetto, “Effetti della porosità sulla cinetica di rilascio del farmaco di forme farmaceutiche solide farmaceutiche rigonfiabili ed erodibili fabbricate mediante stampa 3D con deposizione di goccioline hot melt”, sono stati pubblicati oggi sull’International Journal of Pharmaceutics .

Il dottor Qi ha affermato: “Attualmente i nostri farmaci sono prodotti in modo” taglia unica “.

“La medicina personalizzata utilizza una nuova tecnologia di produzione per produrre pillole con dosi accurate e combinazioni di farmaci su misura per i singoli pazienti. Ciò consentirebbe ai pazienti di ottenere il massimo beneficio dal farmaco con effetti collaterali minimi.

“Tali approcci terapeutici possono giovare in particolare ai pazienti anziani che spesso devono assumere molti diversi tipi di farmaci al giorno e ai pazienti con condizioni complicate come cancro, malattie mentali e malattie infiammatorie intestinali”.

Il lavoro del team, ha detto il dottor Qi, sta gettando le basi per la tecnologia necessaria in futuro per produrre medicine personalizzate al point-of-care. Ha affermato che la stampa 3D ha la capacità unica di produrre forme di dosaggio solide farmaceutiche porose su richiesta.

La ricerca farmaceutica sulla stampa 3D è un nuovo campo di ricerca che si è sviluppato rapidamente negli ultimi cinque anni. I metodi di stampa 3D più comunemente usati richiedono che il farmaco venga trasformato in filamenti simili a spaghetti prima della stampa 3D.

Il team ha studiato un metodo di stampa 3D di nuova concezione in grado di produrre rapidamente compresse farmaceutiche porose senza l’uso di filamenti. I risultati hanno rivelato che modificando la dimensione dei pori, è possibile regolare la velocità di un farmaco che fuoriesce dalla compressa nel corpo.

Saranno necessarie ulteriori ricerche per utilizzare la porosità per adattare la dose e la frequenza di dosaggio (cioè una volta al giorno o due volte al giorno) del medicinale alle esigenze di ciascun paziente e utilizzare questo principio per costruire più farmaci in una singola pillola giornaliera per i pazienti che fanno parte di un complesso reggimento di medicina.

###

Il documento, “ Effetti della porosità sulla cinetica di rilascio del farmaco di forme farmaceutiche solide porose rigonfiabili ed erodibili fabbricate mediante stampa 3D con deposizione di goccioline hot melt ”, è stato pubblicato il 3 maggio 2021 sull’International Journal of Pharmaceutics .

Sostienici con un acquisto o donazione
Sostienici con un acquisto o donazione

Categorie:Terapie

Con tag:,