Donne e diabete

Lipidi materni elevati associati allo sviluppo del diabete gestazionale

Lipidi materni elevati, in particolare livelli elevati di trigliceridi, sono stati associati allo sviluppo del diabete gestazionale, secondo nuovi risultati di una revisione sistematica e di una meta-analisi.

“Sebbene la causa del diabete gestazionale non sia completamente compresa, l’ obesità materna, l’età materna più anziana e le donne di alcuni gruppi etnici sono state identificate come ad alto rischio. Sempre più attenzione è stata prestata alle associazioni tra alterato metabolismo del glucosio, livelli di lipidi circolanti anormali e conseguente peggioramento dell’intolleranza al glucosio “, Jiamiao Hu, MD, del College of Food Science presso Fujian Agriculture and Forestry University, Cina, e il dipartimento di scienze cardiovascolari presso l’Università di Leicester e il Centro di ricerca sul diabete del Leicester General Hospital, Regno Unito, e colleghi hanno scritto su EClinicalMedicine. “Mentre l’esatta relazione tra il metabolismo dei lipidi plasmatici materni e il glucosio materno rimane poco chiara, studi recenti hanno evidenziato che il diabete gestazionale induce uno stato di dislipidemia coerente con la resistenza all’insulina”.

Pubblicità e progresso

La revisione sistematica e la meta-analisi includevano 292 studi che riportavano i profili lipidici circolanti durante la gravidanza in quelli con e senza diabete gestazionale fino a febbraio 2021. Questi studi includevano 97.880 donne in gravidanza, di cui 28.232 avevano diabete gestazionale e 69.648 servivano come controlli.

I ricercatori hanno conservato gli studi che descrivono i dati originali con almeno un lipide grezzo, inclusi i trigliceridi, il colesterolo totale, le misurazioni HDL, LDL o VLDL.

C’era una percentuale più alta di livelli di trigliceridi tra le donne con diabete gestazionale del 20%, con una differenza media ponderata (WMD) aggregata di 0,388 mM (IC 95%, 0,336-0,439; P <0,001) tra le donne incinte con diabete gestazionale e controlli. Le donne con diabete gestazionale avevano anche un colesterolo totale più alto (WMD, 0,149 mM; 95% CI, 0,082-0,214; P <0,001), LDL (WMD, 0,079 mM; 95% CI, 0,018-0,14; P = 0,011) e VLDL (WMD, 0,216 mM; 95% CI, 0,1-0,332; P <0,001) e HDL inferiore (WMD, -0,079 mM; 95% CI, da -0,1 a -0,058; P <0,001) rispetto ai controlli .

I ricercatori hanno anche osservato che i livelli elevati di trigliceridi si sono verificati nel primo trimestre e persistevano in seguito.

Le differenze tra le persone con e senza diabete gestazionale nei livelli di trigliceridi erano significativamente associate all’età, al BMI, al continente di studio, alla procedura del test di tolleranza al glucosio orale e ai criteri di diagnosi del diabete gestazionale nelle analisi di meta-regressione.

Secondo i ricercatori, l’elevata eterogeneità osservata in questo studio ha suggerito che i livelli di trigliceridi possono essere influenzati da variabili, tra cui l’etnia e il BMI, che sono stati precedentemente identificati come fattori di rischio del diabete gestazionale.

“I risultati di questo studio suggeriscono anche che livelli elevati di lipidi, in particolare i trigliceridi, sono associati al rischio futuro di diabete gestazionale e potrebbero essere potenzialmente integrati in un algoritmo di stratificazione del rischio per calcolare il rischio di diabete gestazionale”, hanno scritto i ricercatori.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.